Sferra calci e pugni per evitare l'identificazione: bloccato da 6 carabinieri

I militari stavano eseguendo alcuni controlli nella zona dei Bastioni di circonvallazione Oriani, quando si sono imbattuti nel nordafricano che si rifiutava di rispondere alle domande degli operanti

Dopo le due persone finite in manette nelle scorse ore, un altra persona è stata arrestata sui Bastioni per mano dei carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di Verona. Il fatto è avvenuto nella mattinata di mercoledì, nella zona dei giardini di Circonvallazione Oriani, dove i militari stavano svolgendo controlli su chi passeggiava o sostava nell'area.

Tra questi, secondo quanto riferito dalle forze dell'ordine, era presente un cittadino marocchino, pregiudicato, che non avrebbe voluto rispondere alle domande poste dai militari e che invece avrebbe perso il controllo, sferrando pugni e calci pur di sottrarsi all’identificazione. Ai tentativi di calmarlo, l'uomo avrebbe risposto con insulti, minacce e violenza: a quel punto i 6 carabinieri impegnati nel controllo massiccio della zona si sono concentrati tutti per bloccare l’esagitato e condurlo in caserma, con uno degli operanti che è rimasto ferito ad un braccio e giudicato guaribile in circa 10 giorni. 
Arrestato per violenza, resistenza e oltraggio a Pubblico Ufficiale, il nord africano trascorrerà una notte in cella di sicurezza, in attesa del rito direttissimo previsto per giovedì.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente e incendio, un camion va a fuoco: traffico in tilt sulla tangenziale sud

  • Cambia la viabilità di Verona per il Venerdì Gnocolar: ecco i provvedimenti

  • Tre persone portate in ospedale dopo un scontro frontale tra due auto

  • Verona e le sue bellezze storiche e culturali approdano in tv sulla Rai

  • Una persona travolta da un treno a Verona: sospeso il traffico ferroviario

  • Aveva un tumore al collo, neonata operata durante il parto a Verona

Torna su
VeronaSera è in caricamento