Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca Stadio / Via San Marco

Anche il Sacro Cuore apre le porte per visite gratuite e informazioni sulla tiroide

L’appuntamento è in città al Centro polifunzionale di via San Marco 121. I posti disponibili sono 150. È necessario prenotarsi (ma senza impegnativa) entro martedì 19 maggio (dalle 9.30 alle 12.30) allo 045.6013750

In occasione della Settimana mondiale della tiroide che si terrà dal 18 al 25 maggio, i medici del Servizio di Endocrinologia dell’ospedale Sacro Cuore Don Calabria di Negrar, diretto dal dottor Lino Furlani, saranno a disposizione dei cittadini per informazioni, visite mediche ed ecografie gratuite della tiroide.

L’appuntamento è in città al Centro polifunzionale di via San Marco 121. Con il seguente orario: dalle 9 alle 10 gli specialisti forniranno informazioni circa il ruolo della ghiandola tiroidea nell'organismo, le sue principali patologie benigne e neoplastiche, come attuare la loro prevenzione con particolare riguardo all'impiego del sale iodato e all'importanza del corretto funzionamento della tiroide in gravidanza; sarà quindi consegnato materiale informativo e un simpatico gadget. dalle 10 alle 14 saranno effettuate gratuitamente le visite mediche e una valutazione ecografica del collo.

I posti disponibili sono 150. È necessario prenotarsi (ma senza impegnativa) entro martedì 19 maggio (dalle 9.30 alle 12.30) allo 045.6013750.

Circa il 15% della popolazione italiana (6 milioni di persone) è affetto da una malattia della tiroide, un numero che è aumentato rapidamente negli ultimi 20 anni. I noduli sono per la gran parte di natura benigna e solo nel circa il 5% dei casi si tratta di neoplasie, in genere “curabili” in modo efficace. Dal settembre dello scorso anno all’ospedale di Negrar è attivo l’unico Servizio nel Veronese di Terapia Radiometabolica, che con il Servizio di Endocrinologia e di Chirurgia endocrinologica completa il percorso dedicato alle patologiche tiroidee oncologiche.

La prevenzione gioca un ruolo essenziale nel limitare lo sviluppo delle patologie tiroidee e l’alimentazione sana ne è un cardine. Non a caso la Settimana mondiale della tiroide – promossa dalle principali società scientifiche e dalle associazioni di pazienti – ha per tema: “Poco sale ma iodato: la prevenzione delle malattie tiroidee si fa mangiando sano”. Il riferimento è all’importanza dello iodio, la cui carenza alimentare rappresenta la causa principale dell’ingrossamento della ghiandola (“gozzo”) per formazione di noduli.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche il Sacro Cuore apre le porte per visite gratuite e informazioni sulla tiroide

VeronaSera è in caricamento