menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestro recordi di marijuana alle porte di Verona: 300 chili scoperti

L'arresto di due 25enni, pochi giorni fa in A22, ha scoperchiato il traffico messo in piedi da un gruppo criminale di origine albanese: continuo andirivieni tra il Trentino e il capoluogo scaligero

Ancora droga, ancora marijuana via autostrada. Ma stavolta il sequestro, partito dalla A4, è finito per essere uno di quelli record: oltre 300 chili di "erba" gestiti da tre cittadini albanesi arrestati alle porte di Verona. Il bilancio delle operazioni contro il traffico di sostanze stupefacenti sale così vertiginosamente nel capoluogo scaligero. La settimana scorsa erano stati scoperti due ventenni in autostrada, sulla A22, con 33 chili di marijuana stipati in sacchi sottovuoto nel retro di un furgone. A scoprire il viaggio delle staffette, in quel caso era stata la polizia stradale di Verona Sud, che aveva passato le indagini ai colleghi finanzieri. E stavolta sono state proprio le operazioni del Gico di Venezia, Gruppo d'nvestigazione contro la criminalità organizzata, coordinate dalla Direzione distrettuale antimafia lagunare a stroncare la banda criminale albanese, responsabile dell’introduzione e della distribuzione sul territorio nazionale di enormi quantitativi di droga.

L’operazione è culminata con gli arresti di due acquirenti spacciatori e del “magazziniere”, avvenuti in due fasi distinte sul tratto autostradale della A4, nelle vicinanze del casello di Affi, e a Mori, in Trentino. Le investigazioni delle Fiamme Gialle avevano infatti consentito di localizzare un flusso di partite di droga proveniente dal Nord e diretto verso le province venete. Le successive attività di monitoraggio, atttraverso intercettazioni, telecamere a infrarossi, pedinamenti e registrazioni ambientali, hanno quindi condotto sulle tracce di due cittadini albanesi, entrambi incensurati che, utilizzando un furgone e merce di copertura, trasportavano la droga prelevata a Mori.

I due trafficanti sono stati fermati, in collaborazione con i militari di Trento e Verona, proprio quando si credevano ormai al sicuro, nei pressi della città scaligera. La perquisizione del furgone ha svelato, all’interno di cartoni contenenti lana di vetro che serviva ad occultare il materiale illecito, oltre 30 chili di marijuana, compressa e chiusa sottovuoto in involucri di cellophane trasparente, con modalità da veri professionisti del narcotraffico.

Dopo la loro carcerazione a Montorio, i finanzieri hanno proseguito le indagini, risalendo al basista del gruppo, anch’egli incensurato, che aveva preso in affitto nella tranquilla località trentina un appartamento con garage, adibendolo a laboratorio clandestino per il confezionamento e deposito della droga. Il magazziniere albanese non è stato mollato per un secondo: osservato 24 ore su 24 dalle pattuglie del Gico, ha fatto la mossa falsa che ha permesso di scoprire i locali utilizzati e l'irruzione de militari: oltre 290 i chili di marijuana scoperti, identica per confezionamento e imballaggio a quella sequestrata a Verona. Durante le operazioni di perquisizione è stata rinvenuta la pressa idraulica utilizzata per la preparazione dei pani di marijuana e anche della sostanza in polvere tipicamente impiegata per il taglio dell’eroina. Il basista è stato condotto in carcere a Trento. L’intero carico avrebbe fruttato sul mercato dei consumatori oltre 3 milioni di euro.  

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento