rotate-mobile
Sabato, 4 Dicembre 2021
Cronaca

Sequestrate migliaia di mozzarelle "Latte straniero"

L'operazione contro il marchio "Italiamo" ha ritirato oltre 30mila confezioni dal mercato

Perquisiti 18 siti in tre regioni e sei province italiane, compresa quella veronese. Sequestrate oltre 30mila confezioni di mozzarelle e la documentazione di oltre 400mila chilogrammi di latte per la produzione di mozzarelle. Indagate 14 persone fra legali rappresentanti e dirigenti delle imprese coinvolte. E' il bilancio di un'operazione di tutela del made in Italy agroalimentare effettuata da oltre 50 unità fra ufficiali e agenti di polizia giudiziaria del corpo forestale dello Stato coordinati dal Naf, il nucleo agroalimentare e forestale dell'ispettorato generale di Roma.

La forestale ha sequestrato la documentazione relativa ai 465mila 800 chilogrammi di latte per la produzione di mozzarelle a marchio italiano, ma prodotte anche con latte di origine francese, belga e lussemburghese ed oltre 30mila confezioni di mozzarella. Sono 14 le persone che risultano indagate fra legali rappresentanti e dirigenti delle imprese coinvolte. L'operazione ha interessato tre regioni, Emilia Romagna, Lombardia, Veneto e 6 province (Forlì-Cesena, Milano, Lodi, Pavia, Verona, Ravenna) e ha portato alla perquisizione di 18 siti fra uffici, magazzini e stabilimenti produttivi appartenenti ad una industria del settore lattiero-caseario.

L'indagine ha avuto inizio da un'ordinaria attività di controllo per la prevenzione delle frodi agroalimentari di latticini a marchio italiano svolta a Savignano sul Rubicone, in provincia di Forlì-Cesena, durante la quale erano state trovate confezioni di mozzarelle che sull'etichetta riportavano numerosi "claim" che richiamavano un prodotto italiano: uno scudetto con i colori della bandiera italiana, i colori della bandiera italiana richiamati su pomodoro (rosso), mozzarella (bianca), basilico (verde), la scritta in etichetta "Dall'Italia", la scritta "origine Italia" e inoltre il prodotto veniva denominato "Italiamo" per richiamare l'origine nazionale.

E' stato allora che il personale Forestale ha deciso di effettuare una verifica della tracciabilità delle mozzarelle per un controllo della qualità e della provenienza del latte impiegato, "dal campo alla tavola". Da questa verifica è emerso che il latte impiegato per il confezionamento proveniva dalla Francia, dal Belgio, dal Lussemburgo per 266mila 300 chilogrammi, mentre dall'Italia proveniva meno del 50% del latte pari a 199mila 500 chilogrammi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrate migliaia di mozzarelle "Latte straniero"

VeronaSera è in caricamento