rotate-mobile
Cronaca

Sequestrate a Verona oltre 7200 paia di scarpe provenienti dalla Cina

Sono stati i funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli, su segnalazione della guardia di finanza, a fermare il carico nel quale era era presente disobutilftalato (DIBP) in una percentuale superiore al valore massimo consentito

I funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli (ADM) in servizio presso l’Ufficio delle Dogane di Verona, in seguito ad una segnalazione pervenuta dal II° Gruppo della guardia di finanza di Genova, hanno sottoposto a controllo fisico un container di calzature provenienti dalla Cina.

Dopo un primo esame visivo sull’intero carico, alcuni campioni rappresentativi della merce importata sono stati inviati al Laboratorio Chimico di ADM di Venezia per verificare l'eventuale presenza di ftalati in quantità superiori ai limiti della normativa vigente: dalle analisi effettuate è emerso che nella suola esterna di 7226 paia di calzature era presente disobutilftalato (DIBP) in una percentuale superiore al valore massimo consentito dal Reg. CE 1907/2006. Inoltre, 26 paia di scarpe, oltre a violare gli standard di sicurezza, riportavano anche la presenza di marchi contraffatti.

La merce è stata sottoposta a sequestro ai sensi dell’art. 354 C.P.P. ed è stata trasmessa notizia di reato alla Procura Repubblica presso il tribunale di Verona per i reati di cui all’art. 16 del D.lgs. del 14 settembre 2009 n. 133, punito con l'arresto fino a tre mesi o l'ammenda da 40.000 a 150.000 euro per violazione del regolamento 1907/2006 (presenza di ftalati in quantità superiori ai limiti consentiti per legge) e il delitto di cui all’art. 474 del C.P, che punisce con la reclusione da uno a quattro anni e con la multa da euro 3.500 a euro 35.000 chiunque introduca nel territorio dello Stato prodotti con marchi o altri segni distintivi, nazionali o esteri, contraffatti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sequestrate a Verona oltre 7200 paia di scarpe provenienti dalla Cina

VeronaSera è in caricamento