Sabato, 23 Ottobre 2021
Cronaca

Scoperti senza biglietto: «Siamo cittadini del mondo». Denunciati in 4

Hanno ostacolato la loro identificazione, causando 40 minuti di ritardo sulla tratta Milano-Ventimiglia, dopo essere stati trovati privi di biglietto, affermando di essere "soggetti di diritto internazionale pregiuridico"

Viaggiavano a bordo di un intercity sulla tratta Milano-Ventimiglia senza biglietto e quando sono stati scoperti, hanno anche ostacolato le operazioni utili alla loro identificazione, causando un ritardo di 40 minuti al treno. Come riporta Ansa, si trattava di quattro persone: un 43enne di Verona, un 37enne di Messina, una 37enne di Savona e un 26enne di Ancona, che alla stazione di Pavia sono state denunciate dai carabinieri per interruzione di pubblico servizio e rifiuto di fornire le generalità. 

Il gruppetto infatti, probabilmente per cercare di evitare qualsiasi sanzione, avrebbe mostrato un foglio plastificato definito "Autodeterminazione", affermando di essere "soggetti di diritto internazionale pregiuridico", "ambasciatori diplomatici fuori da ogni giurisdizione planetaria" nonché "Stati di se stessi": questo, secondo i quattro, avrebbe reso il controllo effettuato nei loro confronti un "attacco a uno Stato libero perseguibile dalla corte mondiale". In sostanza, ritenendosi "cittadini del mondo", rivendicavano il diritto di viaggiare gratis ed invece sono stati denunciati. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperti senza biglietto: «Siamo cittadini del mondo». Denunciati in 4

VeronaSera è in caricamento