Venerdì, 22 Ottobre 2021
Cronaca Lazise / Viale Roma

Sei mesi per violenza e resistenza a pubblico ufficiale: derubava i turisti a Lazise

Si tratta di un cittadino moldavo di vent'anni che durante l'estate aveva alloggiato in un camping di Lazise, senza mai pagare il conto e derubando gli altri villeggianti. Dopo un controllo aveva aggredito i Carabinieri che volevano arrestarlo

Un'estate movimentata quella del giovane moldavo che ieri martedì 8 settembre ha patteggiato 6 mesi di condanna per resistenza e violenza a pubblico ufficiale. In "villeggiatura" a Lazise, ma residente a Padova come rilive l'Arena, il ventenne aveva affittato un bungalow di lusso al camping "La Quercia", senza peraltro mai saldare il suo conto, e utilizzando la struttura come base strategica per effettuare una serie di furti a danno dei turisti che alloggiavano nel campeggio. Oltre a ciò aveva truffato un negozio di noleggio biciclette, prendendone una a prestito tra le più pregiate senza tuttavia mai restituirla successivamente. Last but not least, O. T. dopo un controllo da parte dei Carabinieri che erano intenzionati ad arrestarlo si è ribellato violentemente e li ha aggrediti con calci e pugni. Ora dovrà passare 6 mesi in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sei mesi per violenza e resistenza a pubblico ufficiale: derubava i turisti a Lazise

VeronaSera è in caricamento