Scuole Sicure, a ottobre tre arresti e 350 grammi di droga sequestrati

A Verona, il progetto è stato finanziato con 62mila euro dal Ministero dell'interno. Il sindaco Sboarina: «Abbiamo avviato una profonda attività di vigilanza nel tragitto casa-scuola, a tutela dei ragazzi»

(Foto di repertorio)

Sono stati sei i controlli straordinari antidroga effettuati, ad ottobre, dal Comune di Verona nell’ambito di Scuole Sicure, l'operazione realizzata grazie ai 62mila euro finanziati dal Ministero dell'interno. I servizi hanno riguardato le aree di transito degli studenti, tra cui la stazione di Porta Nuova, bus urbani ed extraurbani e le aree esterne ad alcune scuole cittadine. Per il mese di novembre ne sono già stati programmati altri 15 e la novità è che alcuni presidi hanno richiesto controlli mirati anche all'interno degli edifici scolastici.

I dati di Scuole Sicure di ottobre sono stati presentati dal sindaco Federico Sboarina, dall'assessore alla sicurezza Daniele Polato e dal comandante della polizia municipale Luigi Altamura. Nel corso delle sei operazioni sono state identificate 342 persone, arrestati tre soggetti e segnalati alla Prefettura tre giovani come assuntori. I controlli hanno portato anche al sequestro di 350 grammi di hashish e marijuana.

Verona - ha chiarito il sindaco Federico Sboarina - è stata la città che per prima ha realizzato le attività di controllo di Scuole Sicure e dove sono stati compiuti i primi arresti per spaccio legati all'operazione. Grazie a questo progetto, abbiamo avviato una profonda attività di vigilanza nel tragitto casa-scuola, a tutela dei ragazzi. I risultati che abbiamo ottenuto sono frutto dell'efficienza e dell'impegno della nostra polizia locale e dell'importante finanziamento del Ministero dell'nterno.

«Grazie alle risorse stanziate dal Ministero - ha aggiunto l'assessore alla sicurezza Daniele Polato - stiamo dotando la nostra polizia municipale di un'unità cinofila. Sono già stati acquistati tre cani con i mezzi adeguati al trasporto ed è stato avviato il programma di addestramento. Entro giugno dell'anno prossimo, quindi, la nostra polizia municipale potrà contare sulla propria unità cinofila. Fino ad allora ci avvarremo del supporto della guardia di finanza e delle polizie di Brescia e Venezia che ringrazio per la collaborazione assieme agli ottanta, tra agenti ed ufficiali del nostro comando, che sono impegnati nel progetto».

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il panettone più buono secondo Iginio Massari? Lo produce un pasticciere veronese

  • Incidente mortale a Verona: auto contro un muro, perde la vita un 47enne di Cerea

  • Tocca il cordolo in moto, cade e muore: la stanchezza la possibile causa

  • L'auto finisce contro un muro: muore padre di due bambine nell'incidente a Ca' di David

  • Cosa fare a Verona e provincia durante il weekend dal 13 al 15 settembre 2019

  • Incidente a Sant'Ambrogio di Valpolicella: muore motociclista dopo la caduta

Torna su
VeronaSera è in caricamento