rotate-mobile
Mercoledì, 1 Dicembre 2021
Cronaca

Scritte contro gli ebrei, fermato un 45enne veronese

L'uomo preso grazie alla segnalazione di un cittadino che riceve le congratulazioni del sindaco Tosi

La polizia municipale di Verona, grazie alla preziosa collaborazione di un cittadino, ha fermato, identificato e denunciato per violazione della legge Mancino e danneggiamento aggravato un veronese 45enne che aveva sfregiato il muro dell'anagrafe di via Adigetto con una svastica e con la scritta "ebrei schiffosi".

Il testimone del danneggiamento ha seguito l'autore fino in piazza Brà, lo ha segnalato a un agente della municipale che ha poi fermato l'autore del grave gesto. Immediata la denuncia per danneggiamento aggravato e per la legge Mancino, norma che condanna gesti, azioni e slogan legati all'ideologia nazifascista, e aventi per scopo l'incitazione alla violenza e alla discriminazione per motivi razziali, etnici, religiosi o nazionali.


Come noto tale norma punisce anche l'utilizzo di simbologie legate a suddetti movimenti politici. “Il ringraziamento mio, a nome di tutta la città – ha detto il sindaco di Verona Flavio Tosi – al cittadino che, con il suo comportamento esemplare, ha consentito di individuare il responsabile di simboli nazisti e scritte antisemite”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scritte contro gli ebrei, fermato un 45enne veronese

VeronaSera è in caricamento