rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

Scoperta fumeria di eroina frequentata da minorenni

Un garage di Vigasio come centro di spaccio e consumo. Un 22enne in manette e 25 grammi sequestrati

Si radunavano in un garage che avevano allestito a fumeria di eroina, tra divanetti, tavolini, narghilè e cumoli di immondizia mai smaltita. Nel centro di Vigasio, in via Roma, i carabinieri hanno scoperto un covo per habituè di droga da aspirare, del quale i principali “ospiti” erano giovani e giovanissimi. Con le indagini i militari hanno sequestrato 25 grammi di eroina, contando almeno sei minorenni e quattro maggiorenni sotto i 25 anni. Per uno di loro, Mohamed El Motorajji, 22enne di origine marocchina finora incensurato, sono scattate le manette per detenzione e traffico di sostanze stupefacenti. Era lui, secondo i carabinieri coordinati dal capitano Alberto Granà della Compagnia di Vilafranca, il fornitore e spacciatore della fumeria.

È stata una segnalazione di alcuni residenti, e il riscontro degli stessi agenti, ad individuare il via vai continuo di ragazzi, che entravano nell’autorimessa per uscirne, mezz’ora dopo, strafatti. Un mese di appostamenti e verifiche, con l’annotazione dei numeri di targa di auto e motorini, ha permesso, così, di identificare molti frequentatori abituali. “Solitamente- spiega Granà- la maggior parte dei ragazzi si avvicinava all’autorimessa durante il weekend, a partire dalle ore preserali, attorno alle 17-18”. Sarebbe stato il periodo di osservazione a distanza dei militari a fornire informazioni utili sui giovanissimi. Continua Granà: “Quando abbiamo messo a posto tutti i tasselli è scattato il blitz dentro il garage. All’interno abbiamo trovato e arrestato El Motorajji il capo della fumeria. Addosso aveva 21 grammi di polvere di eroina, pronta da fumare. Dopo di lui abbiamo identificato, e segnalato alla Prefettura, anche tre consumatori abituali, tutti maggiorenni, tra cui una ragazza: uno di loro era il figlio del proprietario dell’autorimessa, che si è dichiarato totalmente estraneo alle attività del giovane. Nelle tasche avevano altre dosi di eroina”.


Tutto, all’interno della fumeria di via Roma, era predisposto. Divanetti, tavolini, innumerevoli accendini, tre narghilè di terracotta, alluminio e vetro, oltre ad una “quantità spropositata di sacchetti di plastica, sporcizia, pattume”. “Le condizioni igieniche erano pessime- commenta il maresciallo Davide Zanarini, comandante della stazione di Vigasio-. D’altronde avevano scelto come base un vecchio garage. Non si curavano minimamente dell’ambiente e qualsiasi cosa che utilizzavano per fumare, finiva sul pavimento. Quando siamo entrati era praticamente tutto ricoperto di carta stagnola, accendini e pipette rotte, cartacce”. Sono almeno sei i minorenni identificati dai carabinieri, ma potrebbero arrivare nuove segnalazioni. Alcuni di loro, probabilmente avvertiti da un conoscente della fumeria, si sono presentati ieri mattina in caserma accompagnati dai genitori, e hanno ammesso le loro colpe, indicando orari e frequenze con le quali si avvicinavano nell’autorimessa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scoperta fumeria di eroina frequentata da minorenni

VeronaSera è in caricamento