rotate-mobile
Lunedì, 29 Novembre 2021
Cronaca Valverde / Piazza Renato Simoni

Sciopero nazionale del 4 novembre. Servizio garantito in farmacia, non in Comune

Federfarma comunica che nei 223 punti aderenti sul territorio scaligero non ci saranno grossi disagi, mentre a Palazzo Barbieri solo alcuni uffici saranno sicuramente operativi

Lo sciopero generale nazionale proclamato per venerdì 4 novembre 2016 dalle organizzazioni sindacali di categoria dei collaboratori di farmacia non influirà in alcun modo sulla fruibilità delle 223 farmacie del territorio scaligero aderenti a Federfarma Verona. Il servizio sarà comunque garantito dai titolari di farmacia che, se necessario, interverranno nell’organizzazione interna della farmacia senza mettere in discussione il servizio reso alla cittadinanza e sempre nel rispetto dell’adesione allo sciopero da parte dei lavorati.
La rete delle farmacie, quindi, garantirà il consueto servizio capillare e anche gli orari di apertura non subiranno alcuna modifica.

La serrata dei lavoratori proclamata dalla Confederazione Unitaria di base - CUB, dall’Unione Sindacale Italiana USI-AIT e dal Sindacato Generale di Base - SGB, per il personale di tutte le categorie pubbliche e private del Comune di Verona, ad esclusione dei servizi di Polizia municipale, non garantirà invece il regolare funzionamento dei servizi.
Restano operativi i servizi comunali dell’Ufficiale di Stato civile per denunce di nascita e morte; il servizio di assistenza sociale per nuclei minori ed anziani; la Protezione civile; le biblioteche ed i musei e monumenti cittadini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero nazionale del 4 novembre. Servizio garantito in farmacia, non in Comune

VeronaSera è in caricamento