menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sciopero lavoratori Fondazione Arena: pioggia, allarme bomba e Carmen in ritardo

I lavoratori chiedono anzitutto un confronto aperto sul contratto integrativo

Si è svolta nella serata di ieri, giovedì 9 agosto, lo sciopero previsto da parte dei lavoratori della Fondazione Arena prima dell'inizio dell'opera "Carmen" che è slittata di un'ora circa. La protesta pacifica fuori dall'anfiteatro romano ha avuto inizio verso le 20. Le motivazioni della manifestazione dei lavoratori sono principalmente le scarse garanzie fornite dai vertici di Fondazione Arena sul futuro del principale ente culturale cittadino.

I lavoratori chiedono infatti che si tenga un confronto aperto sul contratto integrativo e sull'organico funzionale del teatro, oltre a maggiori garanzie sul riconoscimento dei diritti e tempi più dilatati per provare e preparare gli spettacoli dei prossimi festival.  

Si è trattato come detto di uno sciopero pacifico, ma reso concitato da un "allarme bomba" che è scattato, secondo il protoccolo previsto in casi simili, a causa del ritrovamento di uno zaino lasciato incustodito. L'intervento degli artificieri ha poi consentito di appurare che il contenuto della borsa era in realtà innocuo.

A complicare ulteriormente la dinamica della protesta è poi intervenuto l'acquazzone che si è abbattuto anche su Verona verso le 21, ma anche in questo caso la manifestazione dei lavoratori è proseguita senza cedere d'un passo sulle rivendicazioni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento