Cronaca Stazione / Piazzale 25 Aprile

Sciopero autisti Atv, guerra sui numeri: per l'azienda ha scioperato solo il 10%

Sciopero degli autisti Atv contro il nuovo servizio di biglietteria a bordo a loro carico: per l'azienda hanno scioperato solo 90 conducenti. I sindacati parlano di percentuali più alte

Quanti autisti ATV hanno aderito allo sciopero indetto il 27 maggio? Secondo il presidente Bettarello, solo 90 addetti su 850 hanno partecipato alla protesta, causando solamente lievi disagi al servizio. Non sono d’accordo i sindacati che hanno indetto la mobilitazione. Nelle ore di sciopero, tra le 9 e le 12, le sigle sindacali Filt Cgil, Uil Trasporti, Ugl Tpl e Sul Ct hanno organizzato un presidio davanti alla stazione Porta Nuova per protestare contro il nuovo servizio che impone agli autisti di diventare bigliettai e verificatori. Per i sindacati, questo sciopero non sembra essere stato un fallimento.

“Un'adesione del 10 per cento è praticamente insignificante e per questo voglio ringraziare il personale di Atv che ha dato dimostrazione di maturità”. Queste le parole del presidente Bettarello, riportate dal quotidiano L’Arena. Secondo il dirigente Atv, le sigle sindacali che hanno indetto lo sciopero avrebbero perso credibilità. “D'altra parte non si può essere credibili diffondendo informazioni false, come quelle riguardanti i dati del bilancio 2014. Al contrario di quanto dichiarato alla stampa da alcuni esponenti sindacali, il premio di risultato 2014 è stato stanziato per intero nel bilancio e in parte anticipato al personale. E l'utile record di 1,7 milioni ottenuto nell'esercizio 2014 è al netto dell'importo stanziato”.

Di tutt’altro avviso i sindacati i quali hanno dichiarato, come riporta L’Arena, che “Dai numeri in nostro possesso ci risulta che nel settore urbano l'adesione sia stata davvero massiccia, intorno al 65%, mentre i dati del settore extraurbano sono stati del 40 per cento. Il calcolo di Atv, quindi, è davvero bizzarro: i lavoratori di riposo, in malattia, in infortunio, in aspettativa, infatti, vengono conteggiati come se non avessero aderito allo sciopero”.

Come riporta L’Arena, Stefano Ferrari, membro della Faisa Cisal, una delle due sigle sindacali che non ha aderito alla mobilitazione, ha portato numeri ancora diversi sull’esito di questa protesta: “L'adesione allo sciopero è stata del 44% tra gli autisti in servizio ma, se si considera anche il resto del personale, scende al 35%. Siamo soddisfatti , perché i lavoratori hanno compreso che si trattava di una protesta strumentale”. Dunque, ogni parte in causa dichiara percentuali diverse di adesione. Per ora, l’unica cosa certa sembra essere l’avvio della sperimentazione del nuovo servizio a giugno, in concomitanza con la chiusura delle scuole.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sciopero autisti Atv, guerra sui numeri: per l'azienda ha scioperato solo il 10%

VeronaSera è in caricamento