rotate-mobile
Cronaca

Schiuma sospetta in Adige, il Comune indaga

L'ufficio Ambiente sta collaborando con Arpav per individuare la fonte dell'inquinamento

Preoccupazione per lo stato di salute delle acque dell’Adige. Sul lungadige Attiraglio, nel tratto che attraversa il comune di Parona questa mattina intorno alle otto e mezza sul fiume si potevano vedere agglomerati sospetti di schiuma, forse dovuti ad una qualche forma di inquinamento. Alcuni esponenti del Movimento 5 stelle si sono fatti portavoce dell’allarme lanciato dai cittadini, avvisando vigili del fuoco e polizia, i quali hanno a loro volta allertato i tecnici regionali di Arpav. L'allerta è giunto anche alle orecchie di Palazzo Barbieri: anche l’assessorato dell’Ambiente del comune di Verona si è messo subito in moto cercando di venire a capo del problema.

Ancora non sappiamo di cosa si tratti ma abbiamo prelevato alcuni campioni di schiuma – ha spiegato il dirigente dell’ufficio Ambiente, Andrea Bombieri -. I nostri tecnici e quelli di Arpav stanno collaborando in queste per ore capire la provenienza di questa sostanza. Di una cosa siamo certi: non si tratta di residui industriali che provengono dal territorio di nostra competenza. Potrebbe trattarsi di sedimenti che sono arrivati viaggiando lungo il corso del fiume fino dalla fonte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiuma sospetta in Adige, il Comune indaga

VeronaSera è in caricamento