Cronaca Centro storico / Piazza Brà

Scenografie del Festival Lirico oscurano l'Arena: rimosse dopo le proteste

Tanti turisti si erano lamentati che gli allestimenti delle opere liriche accatastati in piazza Bra a volte coprivano troppo l'anfiteatro romano, perciò ora sono state spostate altrove, ma il problema non è ancora risolto

Il Ferragosto veronese è stato all'insegna delle proteste dei turisti che si sono recati in visità in città. Al centro delle polemiche le scenografie del Festival Lirico accatastate in piazza Bra, ree di oscurare l'Arena. Al coro dei turisti, si era unito anche il presidente della Commissione Cultura della prima circoscrizione, Luciano Zampieri, che aveva ribadito quanto fosse difficile contemplare l'anfiteatro nella sua totalità durante la stagione lirica. Ora, dopo le proteste, gli allestimenti sono stati rimossi dalla piazza, ma il problema non si risolve così facilmente.

Come riporta il quotidiano L'Arena, venerdì 14, davanti all'anfiteatro campeggiava un muro nero, che sembrava posizionato appositamente per impedire la vista del monumento. La momentanea rimozione di questo e degli altri pezzi di scenografia non è la soluzione definitiva, che si cerca da anni ormai e forse non esiste. Per altro, non è solo l'area antistante l'Arena a essere invasa, ma anche le vie limitrofe, come la zona retrostante l'anfiteatro, verso le mura di Gallieno.

Dunque, non sembra esserci soluzione a questo annoso problema; gli allestimenti necessitano di uno spazio in cui sostare prima della messa in scena, ma i turisti hanno il diritto di godere appieno della vista sull'anfiteatro. Nel mezzo c'è chi apprezza le scenografie con sfondo l'Arena, che rendono piazza Bra particolare e diversa dal solito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scenografie del Festival Lirico oscurano l'Arena: rimosse dopo le proteste

VeronaSera è in caricamento