Giovedì, 28 Ottobre 2021
Cronaca Lungadige Antonio Galtarossa

Scende il numero complessivo di crimini in provincia, aumentano solo furti e truffe

La questura scaligera ha presentato il bilancio delle attività dell'ultimo anno, sottolineando come siano complessivamente scesi i reati avvenuti in provincia, che vedono però aumentare il numero di crimini contro il patrimonio

La questura di Verona ha diffuso i dati sulle attività svolte nell'ultimo anno nel veronese. Presentati dal questore Danilo Gagliardi, questi sottolineano un aumento degli interventi e delle richieste al 113 ma anche una diminuzione di crimini e arresti. "Meglio una corsa a vuoto che arrivare in ritardo - spiega il questore sulle colonne de L'Arena - Quando ci chiamano è importante arrivare in poco tempo. I cittadini devono avere la percezione che siamo vicini e pronti ad intervenire... Poi spesso sono loro la nostra sesta volante". Ossia, segnalare prontamente una situazione di pericolo o un crimine al 113, prima che questo possa concretizzarsi. La stretta collaborazione tra cittadini e forze dell'ordine viene anche in questo caso sottolineata, per ricordare come essa spesso dia la possibilità di sventare atti criminali sul nascere. 

In questo però c'è un effetto collaterale. Il maggior numero di richieste dalla popolazione porta inevitabilmente ad un calo dei controlli ordinari, vista soprattutto la mancanza di risorse delle forze di polizia in questi tempi. Intanto però diminuiscono anche le denunce e gli arresti. Infatti, considerando il periodo fra aprile 2014 e aprile 2015, il numero dei reati denunciati è calato più dell'8 %. Omicidi, violenze sessuali, lesioni, minacce e ingiurie, scendono, mentre crollano addirittura (-40%) i crimini in materia di prostituzione. Uno dei due settori che hanno visto un aumento è ovviamente quello relativo ai furti, con una lieve crescita di quelli in abitazione, mentre è decisamente più evidente l'aumento dei colpi ai danni delle attività commerciali. Truffe e frodi informartiche invece è l'altro settore che ha visto aumentare il suo numero di casi. 
I continui arrivi di migranti dalle zone più disastrate del mondo stanno impegnando non poco le forze dell'ordine, che hanno visto decuplicarsi le domande di asilo, passate da 81 a 688. I recenti casi di persone fermate con documenti falsi per raggiungere la Germania e l'Inghilterra sono alcuni esempi delle situazioni che devono affrontare gli uomini della questura. "Siamo in grado di far fronte al problema in modo lucido e razionale - conclude Gagliardi su L'Arena - In accordo con i sindacati stiamo cercando di rafforzare l'ufficio immigrazione, che è sempre più sotto pressione. L'auspicio è di riuscire a farlo senza indebolire le altre unità". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scende il numero complessivo di crimini in provincia, aumentano solo furti e truffe

VeronaSera è in caricamento