menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Scarico abusivo di rifiuti: multe salate per tre persone

Grazie alle telecamere di videosorveglianza la polizia municipale è riuscita a smascherare due residenti veronesi e uno di San Marino Buon Albergo mentre depositavano l'immondizia al di fuori dei cassonetti

La Polizia municipale, attraverso telecamere mobili di videosorveglianza, ha ripreso nei giorni scorsi due residenti di Verona ed un residente di San Martino Buon Albergo, mentre depositavano rifiuti all’esterno dei cassonetti in zona San Michele Extra.

Nell’area, infatti, è stato posizionato un impianto di telecamere proprio per individuare chi, come nei casi accertati, utilizza in modo irregolare i cassonetti. Le immagini visionate dai tecnici Amia e dalla polizia municipale mostrano chiaramente le persone che scaricano rifiuti ingombranti (tubi, cartoni, pannelli, moquettes e sacchi, perfino un bagno) all’esterno dei contenitori, come se si trattasse di una discarica.

Tutti comportamenti irregolari, visto che esistono specifici siti di conferimento per i rifiuti ingombranti, che possono essere consegnati ad Amia o, concordandone il ritiro, fatti prelevare direttamente dal proprio domicilio. In ogni caso, il deposito di rifiuti all’esterno dei cassonetti è assoluto vietato, causa di degrado ambientale e di un aumento dei costi nella gestione della raccolta dei rifiuti.

Posizione aggravata per il residente di San Martino, visto che l’utilizzo del sistema di raccolta dei rifiuti a Verona è un servizio – tariffato – offerto ai veronesi. Di 450 euro la sanzione prevista per i due veronesi che hanno scaricato rifiuti fuori dai cassonetti, raddoppiata a 900 per quest’ultimo per essere residente fuori comune, per complessivi 1.800 euro, visto che sono due gli episodi immortalati dalle telecamere a suo carico.

L’abbandono dei rifiuti è un fenomeno che aumenta nei mesi estivi e che incide direttamente sui costi complessivi del servizio, e di conseguenza sulle tariffe applicate ai residenti. Grazie all’impiego delle telecamere mobili acquistate da Amia, che sono in fase di potenziamento, la Polizia municipale di Verona, prima in Italia, è riuscita ad individuare diversi cittadini indisciplinati, multati sulle base delle immagini digitali.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento