menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sanità Veneta la migliore in Italia. Lo dice uno studio dell'Università di Roma

Il primato di qualità e virtuosità assegnato alla Regione non poteva che rendere orgoglioso l'assessore Coletto del lavoro svolto: "Se penso che si vorrebbe riportare questa sanità nelle mani di Roma rabbrividisco"

È proprio vero: nemo profeta in patria. Qui in Veneto furiose polemiche quotidiane sul presunto sfascio della sanità; dal resto d’Italia attestati di eccellenza. Lo dico con orgoglio e accomuno in questo sentimento tutti coloro che, con il sacrificio quotidiano, portano il sistema a questi risultati: medici, infermieri, amministrativi, tecnici dell’Area sanità della Regione, spesso richiesti anche oltre l’immaginabile. Tutti portano la loro borraccia al capitano della squadra, che per noi è il malato.

Così l’Assessore alla Sanità Luca Coletto ha commentato il primato di qualità e virtuosità assegnato al Veneto dal C.R.E.A. Sanità dell’Università di Roma Tor Vergata, il prestigioso studio annuale sul Servizio Sanitario Regionale realizzato dall’Ateneo laziale.

La soddisfazione – aggiunge Coletto – non è quella di essere davanti a questa o quella Regione, ma aver ottenuto un nuovo riconoscimento della capacità della sanità veneta di produrre performances eccellenti dove l’attenzione ai costi si abbina alla qualità di cure, tecnologie e professionalità.

È di venerdì – ricorda l’Assessore – la certezza che il bilancio sanitario del veneto 2015 si è chiuso con oltre 12,5 milioni di euro di attivo. Oggi Tor Vergata, elaborando il giudizio di ben 83 rappresentanti delle categorie ‘utenti’, ‘management aziendale’, ‘professioni sanitarie’, ‘Istituzioni’ e ‘industria medicale’, ci dice che siamo i migliori in Italia. Se penso – conclude Coletto – che si vorrebbe riportare questa sanità nelle mani di Roma rabbrividisco.

Il recente rapporto nel quale risulta che proprio il Veneto possa vantare la migliore sanità a livello nazionale, è un premio al lavoro faticoso ma incessante prodotto dal presidente Zaia e dall'assessore Veronese Luca Coletto - ha detto Paolo Paternoster, segretario provinciale Lega Nord Liga Veneta di Verona -. Mentre molti politicanti si accaniscono nella sfascio, in Veneto non si scherza e si lavora duramente. Mentre Renzi e Alfano "importano" falsi migranti in Italia, per colpa di questa disastrosa politica dell'immigrazione clandestina, il Veneto attrae veri malati da molte regioni italiane, segno che la nostra sanità e' un esempio di eccellenza a livello internazionale, un vero tesoro che solo con un deciso 'No al referendum truffa' potrà ancora essere gestito da noi Veneti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento