rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca

San Felice divide la maggioranza

Pd: La Lega paralizza il consiglio. Il presidente Spada: Normali divergenze

Continua a far discutere in Sesta circoscrizione la mancata partecipazione della Lega alla seduta del consiglio in cui è stato presentato il progetto di riqualificazione dell’area verde di San Felice. “Da oltre un mese la Lega sta paralizzando i lavori del consiglio - denuncia il capogruppo del Pd in Sesta circoscrizione Donatella Andreani - e questo non è accettabile per una forza di maggioranza che avrebbe la responsabilità di governare”. La Lega ha motivato la propria assenza con il disaccordo sulla concessione di parte dell’area verde all’associazione dilettantistica San Felice, ma secondo l’opposizione le ragioni son ben più profonde. “Anche sulla questione dell’apertura di Porta Vescovo Lega e Pdl si erano divisi - spiega ancora la Andreani - a conferma del fatto che la maggioranza nella nostra circoscrizione è spaccata e non funziona”. Un’affermazione seccamente smentita dal presidente della Sesta circoscrizione Mauro Spada (Pdl). “I rapporti con la Lega - assicura Spada - non sono assolutamente logori. E’ normale che nell’arco di un mandato vi possano essere delle divergenze su singoli provvedimenti, ma non è mai venuta meno la sintonia politica sul programma della maggioranza, a partire dal progetto per l’area verde di San Felice”. Una sintonia che caratterizza anche la proposta di intitolare a Nicola Tommasoli il nuovo centro ricreativo che sorgerà al posto delle ex Scuole Perini. “Anche il sindaco Flavio Tosi ha apprezzato l’idea - conclude Spada - e nel prossimo consiglio di circoscrizione del 10 luglio verrà definitivamente approvata”.        

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Felice divide la maggioranza

VeronaSera è in caricamento