menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Consegna della colletta alimentare dell'istituto Dal Cero

Consegna della colletta alimentare dell'istituto Dal Cero

San Bonifacio, pranzo di solidarietà a Natale. Offrono gli studenti del Dal Cero

All'interno della scuola è stata promossa una colletta alimentare in favore della mensa solidale di Mamma Anna che ogni anno garantisce circa 20mila pasti a chi si trova in difficoltà

Centoventi solitudini si scoprono famiglia alla tavola di Mamma Anna e al dono più inatteso provvedono studenti, docenti e dirigenti di una scuola superiore di San Bonifacio. Pasta e pomodoro sono stati infatti l'inatteso dono sotto l'albero che l'istituto Dal Cero ha voluto far trovare al servizio di refezione gratuita attivo da poco più di quattro anni alla Casa della giovane di San Bonifacio. I ragazzi dell'istituto superiore, l'antivigilia di Natale hanno chiamato Fulvio Soave (l'albergatore che grazie alla collaborazione con la parrocchia e alcune associazioni ha promosso la mensa solidale di Mamma Anna) e gli hanno consegnato il frutto della colletta alimentare promossa a scuola, in occasione del Natale, con l'iniziativa "Caterina torna a scuola, il gusto della solidarietà". Il riferimento è al "Caterina girls&boys club" fondato in California dallo chef sambonifacese Bruno Serato e di cui Mamma Anna è un po' la traduzione locale.

Serato era stato ospite della scuola lo scorso maggio per raccontare la sua esperienza ventennale e da lì è nata l'idea, tra i ragazzi, di sostenere questo tipo di iniziative attivandosi in prima persona. Poi hanno chiamato Fulvio Soave ed Eddy Serato, uno dei fratelli di Bruno, ed hanno provveduto alla consegna di quanto andrà a rimpinguare la dispensa di Mamma Anna per poter continuare a garantire ogni anno almeno 20mila pasti.

Mi sono commosso - ha detto Soave - perché gesti come questi sono la dimostrazione che nei giovani di oggi c’è del buono anche se molti dicono che sono svuotati.

In questa occasione Soave è stato anche invitato a scuola per raccontare ai ragazzi l'esperienza sambonifacese del refettorio. Magari sarà proprio in questa occasione che Soave rivivrà le emozioni delle due giornate speciali che Mamma Anna ha voluto donare, grazie all'aiuto di tanti volontari, a poco meno di 120 persone che per ragioni diverse vivono in difficoltà: il 22 dicembre, Fulvio Soave ha riservato il ristorante del suo hotel a quarantacinque anziani soli del paese e, grazie alla collaborazione con l'Unità pastorale di San Bonifacio, il Movimento per la vita, l'Opera "San Vincenzo", il Circolo Noi-Acli ed otto volontari del refettorio, ha regalato un pranzo in compagnia a chi combatte contro la solitudine.

Si è pensato a tutto, dal servizio di trasporto da e per casa all'animazione curata da Babbo Natale ed il suo Elfo, alla musica fino alla presenza istituzionale, graditissima e molto partecipata, sia del sindaco Giampaolo Provoli, che di don Stefano Giacometti (uno dei sacerdoti dell'Unità pastorale) e dei presidenti delle associazioni che hanno collaborato.

Il pranzo con gli anziani soli mi ha aperto un mondo - ha proseguito Fulvio Soave - ho capito che la solitudine che li accompagna si combatte con la presenza, l'ascolto e la comprensione. Il Natale al refettorio ha confermato perché Mamma Anna esiste ed opera: chi è venuto lo ha fatto con fiducia, certo di poter contare su un'accoglienza anonima ma attenta e piena di calore.

Le religiose della comunità della Casa della giovane si sono occupate personalmente dell'abbellimento del refettorio ma anche del servizio agli ospiti: assieme a loro anche due volontari che hanno scelto di trascorrere il giorno di Natale assieme alle settanta persone che anche in questa giornata speciale, come in tutti i giorni dell'anno, proprio da Mamma Anna trovano un pasto caldo, un sorriso e la possibilità, per un po' di tempo, di accantonare paure e preoccupazioni.

Per chi volesse sostenere l'attività del refettorio, donazioni sono possibili a "Mamma Anna Trust" (IBAN: IT55 Y 05034 59750 000000000869) oppure donando pasta, formaggio, pomodoro o qualsiasi genere alimentare direttamente alla segreteria di Mamma Anna nell'Hotel Soave-Best Western di San Bonifacio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento