Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca San Bonifacio / Via Circonvallazione

San Bonifacio, uccisa una nomade di 40 anni: parte la caccia agli assassini

La vicenda è ancora avvolta nel mistero: il corpo è stato trovato nei pressi dell'ospedale Fracastoro intorno alle 23.30 di lunedì ma l'omicidio si sarebbe svolto in un campo rom vicino alla Strada Regionale 11

L'avrebbero uccisa in un campo nomandi vicino alla Strada Regionale 11, nei pressi della zona industriale di San Bonifacio, per poi abbandonarla nei pressi dell'ospedale Fracastoro, intorno alle 23.30 di lunedì sera. 
La vittima dell'aggressione è una donna di 39 anni di etnia nomade, che risponde al nome di Corradina Mirabile e che è stata appunto trovata vicino alla struttura ospedaliera già agonizzante, con delle ferite profonde sulla gamba sinistra: in suo soccorso sono arrivate subito un'automedica e un'ambulanza del 118, ma per lei non c'è stato nulla da fare. Sulla misteriosa vicenda indagano i carabinieri di San Bonifacio, supportati dai colleghi del reparto investigazioni scientifiche di Verona, coordinati dalla Procura. Stando a quanto riportato dal quotidiano L'Arena, alcuni testimoni avrebbero visto due auto con due roulotte allontanarsi dal luogo del ritrovamento del corpo in direzione di Vicenza a grande velocità: i militari allora avrebbero dato vita ad una serie di posti di blocco nel corso della notte per intercettarli. 

La vittima risultava residente a Noro, in provincia di Siracusa, e lo scorso aprile subì una condanna per una tentata truffa perpetrata nella provincia di Vicenza. Negli ultimi tempi pare però che la 39enne si fosse fermata con la sua famiglia e altre, in un'area vicino alla Regionale 11: ossia il luogo dove, secondo gli inquirenti, si sarebbe svolto il crimine. Ma quando le forze dell'ordine sono giunte sul posto, hanno trovato la zona sgomberata. Un'area che nei giorni scorsi era stata controllata anche dalla polizia municipale del Comune veronese, come confermato sulle pagine de L'Arena dal sindaco Giampaolo Provoli: "Abbiamo anche modificato il regolamento comunale per cercare di limitare al minimo la permanenza dei gruppi nomadi sul nostro territorio, in particolare in quell’area della zona industriale".
Stando a quanto riporta il giornale scaligero, nella loro operazione di controllo i vigili avrebbero identificato tutte le persone presenti, tra le quali potrebbero quindi esserci gli assassini della donna. 
Intanto le indagini proseguono, nel tentativo di svelare dinamica e movente: l'unica ipotesi finora sembra essere quella di un regolamento di conti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

San Bonifacio, uccisa una nomade di 40 anni: parte la caccia agli assassini

VeronaSera è in caricamento