Trovato con il lampeggiante blu acceso su un'auto in sosta: denunciato dai carabinieri

Il singolare episodio è avvenuto nel Comune di San Bonifacio

Carabinieri di San Bonifacio

Nella tarda mattinata di ieri, giovedì 18 giugno, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile di San Bonifacio riferiscono di aver denunciato un uomo, un operaio 60enne incensurato, per "possesso di segni distintivi contraffatti". Il tutto sarebbe avvenuto in pieno centro nel Comune di San Bonifacio, in corso Venezia, dove i militari avrebbero inizialmente notato una vettura, parcheggiata nella zona pedonale, con all’interno un lampeggiante blu acceso.

I carabinieri, quindi, spiegano di essersi avvicinati con la massima accortezza al mezzo per verificare se si trattasse effettivamente di un mezzo delle forze di polizia. La curiosità investigativa era tanta, spiegano i militari dell'Arma, anche perché ipoteticamente a loro avviso avrebbe potuto trattarsi di uno di quei truffatori che, spacciandosi per appartenente alle forze dell’ordine, si adopera invece per compiere dei raggiri.

Il controllo però, secondo quanto riferito dai carabinieri, avrebbe infine fatto emergere un’altra realtà: a bordo del mezzo vi sarebbe infatti stato il proprietario che aveva accompagnato l’anziana madre a fare una visita medica. Nessuna risposta, tuttavia, sarebbe stata fornita ai militari dell'Arma in relazione alla contestazione del fatto che l'uomo non fosse una figura autorizzata ad utilizzare il lampeggiante. Il tutto è stato quindi posto sotto sequestro penale e messo a disposizione dell'Autorità Giudiziaria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento