Giovedì, 13 Maggio 2021
Cronaca Borgo Trento / Piazzale Aristide Stefani

Cade in una piscina e rischia di annegare, salvata bambina veronese

La bimba di cinque anni è stata rianimata con un massaggio cardiaco da un operaio di 50 anni di Como, che da una settimana aveva terminato un corso di primo soccorso

(Foto di repertorio)

È stata giudicata fuori pericolo all'ospedale di Borgo Trento di Verona, la bambina veronese di cinque anni che ieri, 9 giugno, ha rischiato di annegare nella piscina di un agriturismo di Volta Mantovana. La piccola deve la vita ad un gruppo di ragazzi, che si sono tuffati in acqua per recuperarla, e ad un operaio di 50 anni di Como, che da una settimana aveva terminato un corso di primo soccorso e che l'ha rianimata con un massaggio cardiaco, come raccontato da Ansa.

Prima che finisse in acqua, la bambina si trovava a bordo piscina con la mamma. La donna ha sentito piangere l'altra figlia, che si trovava nel passeggino poco distante. La madre si è quindi allontanata per un momento, ordinando però alla bimba di cinque anni di non muoversi. Non è ancora chiaro cosa sia successo, ma la piccola è caduta in acqua ed è stata salvata dalla prontezza delle altre persone presenti.

I soccorritori del 118 sono atterrati sul posto con l'elicottero e, grazie all'intervento del 50enne comasco, hanno potuto intubare la bimba e trasportarla all'ospedale veronese.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cade in una piscina e rischia di annegare, salvata bambina veronese

VeronaSera è in caricamento