Cronaca Buttapietra

Sorpreso a rubare in auto, cerca di farsi largo a calci e pugni ma lo fermano i carabinieri

Poco prima, il titolare di un bar di Buttapietra lo aveva allontanato in quanto avrebbe iniziato ad inveire ed importunare i clienti del locale. Una di queste, per raggiungere la propria macchina, ha chiesto ad un gruppetto se potevano accompagnarla e nel parcheggio hanno notato l'individuo

È stata una nottata movimentata quella vissuta l'altro giorno a Buttapietra, quando un 22enne di origine marocchina avrebbe iniziato ad inveire ed importunare i clienti all’interno di un bar, tanto da costringere il titolare ad allontanarlo.

A fine serata, una delle clienti, dovendo rincasare e temendo di incontrare nuovamente lo sconosciuto, ha chiesto a qualcuno tra i presenti di poter essere accompagnata a recuperare la sua macchina. Un gruppetto di amici si è così unito alla ragazza e, una volta giunti al parcheggio, si sarebbero imbattuti nel nordafricano, sorprendendolo a rovistare nell'abitacolo di una vettura di uno dei presenti. A quel punto sarebberi intervenuti per fermarlo, ma il giovane, tentando in ogni modo di divincolarsi per darsi alla fuga, avrebbe iniziato a tirare calci e pugni. 

Di lì a poco però, allertata dalla centrale operativa, è giunta sul posto una pattuglia dei carabinieri della sezione radiomobile di Verona, che ha interrotto il tentativo di scappare, facendosi largo con la violenza, del 22enne. Il giovane, trovato in possesso di una sigaretta elettronica nascosta in una tasca dei pantaloni e poco prima sottratta ad uno dei clienti all’interno del bar, è stato arrestato per tentata rapina impropria.
Comparso davanti al giudice del rito direttissimo, che ha convalidato il provvedimento, per lui è stato disposto l’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria due volte alla settimana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sorpreso a rubare in auto, cerca di farsi largo a calci e pugni ma lo fermano i carabinieri
VeronaSera è in caricamento