rotate-mobile
Venerdì, 27 Maggio 2022
Cronaca

Rubano il Rolex al 66enne con la "tecnica dell'abbraccio": banda di specialisti in manette

La vittima si è accorta di essere stata derubata, quando gli agenti hanno suonato alla sua porta dicendogli di controllare il polso. I tre sono stati arrestati a Milano, ma risultano residenti nel Veronese

Sarebbero dei veri e propri specialisti dei furti con la tecnica dell'abbraccio, i tre cittadini romeni residenti nel Veronese, finiti in manette a Milano. L'ultimo a cadere nel trucco non si sarebbe accorto di nulla, riferiscono i colleghi di MilanoToday, al punto che quando la polizia ha bussato alla sua porta, era certo che il suo Rolex fosse ancora regolarmente allacciato al suo polso. L'orologio invece era nelle mani degli agenti, che poco prima avevano bloccato il trio che glielo aveva portato via, composto da un 25enne, una 36enne e una 20enne. 

Il terzetto infatti è stato incastrato nella mattinata di martedì dai falchi della VIa sezione della squadra mobile, guidati da Marco Calì e Massimiliano Mazzali. Durante un normale giro di controllo della città, i poliziotti hanno notato un'utilitaria grigia con i tre a bordo che dalle verifiche risultava intestata ad un prestanome, così hanno deciso si seguirla. La macchina si è fermata in zona Porta Genova: l'uomo è rimasto al volante con il motore acceso, mentre le due donne sono scese e hanno avvicinato alcune persone, principalmente anziani, con le quali si sono trattenute qualche secondo prima di risalire in auto. Il veicolo quindi è ripartito fino ad arrivare in via Giussani, dove si sarebbe svolta una scena pressoché identica. Gli investigatori a quel punto avrebbero notato che alcune delle donne e gli uomini "agganciati" avevano guardato l'orologio, come se fosse stato chiesto loro che ora fosse, trovando così una prima conferma alle loro intuizioni. 

In via Corsico il 25enne ha nuovamente fermato l'auto e fatto scendere la 36enne, la quale ha raggiunto subito un uomo che stava entrando in un condominio: i due sono spariti per pochi istanti, dopodiché la donna è tornata di corsa verso la macchina, che è riparita. A quel punto sono entrati in azione i falchi, che hanno bloccato l'utilitaria e trovato addosso alla più giovane un Rolex dal valore di circa 6mila euro.
Tornati alla palazzina dove era entrata la donna, i poliziotti hanno cercato porta per porta la vittima e alla fine hanno rintracciato un 66enne, il quale ha raccontato che la 36enne gli aveva proposto un massaggio e, dopo il suo rifiuto, l'aveva salutato stringendogli la mano. Soltanto quando gli agenti gli hanno chiesto di controllare il polso si è accorto che il suo Rolex era sparito. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano il Rolex al 66enne con la "tecnica dell'abbraccio": banda di specialisti in manette

VeronaSera è in caricamento