menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rubano rame dai binari del treno: arrestato un pregiudicato ma il complice riesce a fuggire

Una segnalazione giunta alle 4 di venerdì mattina ai carabinieri di Villafranca, allertava i militari di alcuni movimenti sospetti sulla linea ferroviaria Bologna - Verona, nella zona del comune di Isola della Scala

Un altro furto di rame è stato tentato nella provincia di Verona. 

Una segnalazione giunta verso le ore 04.00 del 19 aprile alla Centrale Operativa dei Carabinieri della Compagnia di Villafranca informava i militari che alcune persone sospette stavano armeggiando lungo la linea ferroviaria Bologna - Verona, più precisamente in località Mondello nel comune di Isola della Scala.

Sul posto è stata invita una pattuglia del Comando di Vigasio, che in quel momento stava svolgendo il servizio perlustrativo notturno. Quando sono arrivati nella zona indicata, i carabinieri hanno subito notato un'Alfa 147 e due individui che caricavano a bordo del materiale. Intimato l'alt ai due uomini, uno di questi ha preferito la fuga a piedi attraverso la campagna circostante, riuscendo così a sottrarsi al controllo. L'altro invece è stato indentificato in G. V., classe 1947 e residente a San Pietro in Cariano, disoccupato e pluripregiudicato. 

Nell'auto i carabinieri hanno subito trovato il motivo di quella sortita notturna: circa due quintali di rame. Il materiale era stato tagliato via dai binari della linea ferroviaria, si trattava infatti di collegamenti elettrici che hanno funzione di evitare che le persone possano subire folgorazioni per un contatto con le masse metalliche. Sono state recuperate anche le cesoie utilizzate per prelevare il metallo. 

G. V., una volta portato al comando, ha fornito la propria versione sui fatti, giudicata per poco credibile daglimuomini dell'arma. Ha dichiarato infatti che il complice che era con lui, e che è riuscito a fuggire alla pattuglia, fosse un amico non megli indicato conosciuto solo qualche giorno prima in un bar di Nogara e dal dal quale aveva ricevuto la “proposta” di poter far soldi asportando del rame.

Per l'uomo sono scattate le manette per furto aggravato in concorso. Condotto ieri mattina dai carabinieri della stazione di Vigasio davanti al giudice monocratico per il processo per direttissima, gli venivano concessi i termini di difesa e la custodia cautelare presso il proprio domicilio.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento