Cronaca Zevio / Via Altichiero da Zevio

Rubano alcolici alla Conad e, ubriachi, provano a ribellarsi ai carabinieri

Un 23enne e un 63enne marocchini sono stati tratti in arresto sabato a Zevio: per entrambi è scattata l'accusa di furto in concorso, il più giovane inoltre dovrà difendersi da quella di resistenza a pubblico ufficiale e l'altro da quella di danneggiamento

Fermati fuori dal supermercato, ubriachi, e con degli alcolici rubati nelle borse, si sono subiti mostrati ostili nei confronti dei carabinieri, guadagnandosi così degli altri capi d'accusa da cui difendersi. Erano le 15 di sabato quando i militari sono dovuti intervenire alla Conad di via Altichiero, a Zevio, intorno alle 15, in seguito ad una segnalazione. 
Due marocchini, di 23 e 63 anni disoccupati e pregiudicati, erano stati sorpresi a trafugare alcune bottiglie, venendo poi intercettati all'esterno dell'edificio. All'arrivo dei carabinieri, i due hanno subito mostrato poca collaborazione nel tentativo di farsi identificare. Il più giovane soprattutto, ha iniziato a spintonare gli uomini dell'Arma, che non si sono fatti intimidire e hanno condotto entrambi in caserma. Il loro comportamento non è però cambiato, anzi, il più anziano con un calcio ha mandato in frantumi la vetrata di una porta. 
A quel punto per entrambi è scattato l'arresto con l'accusa di furto in concorso, oltre a quella di resistenza a pubblico ufficiale ai danni del 23enne e quella di danneggiamento che pesa invece sulle spalle del più anziano. 

I nordafricani sono stati condotti lunedì mattina presso il Tribunale di Verona, dove il provvedimento è stato convalidato. Per entrambi è stata fissata l'udienza al 25 novembre ma mentre per il più giovane è scattato il divieto nella provincia di Verona, il classe 1953 è stato rimesso in libertà. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rubano alcolici alla Conad e, ubriachi, provano a ribellarsi ai carabinieri

VeronaSera è in caricamento