menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Svuota il serbatoio del tir e ruba 1500 litri di gasolio: arrestato

Ha passato una settimana sottraendo nottetempo carburante dall'autoarticolato di un'azienda, finché il titolare della ditta, insospettito, non ha piazzato alcune telecamere per scoprire cosa stesse succedendo

Un furto molto particolare, portato avanti per un'intera settimana, che dimostra come il caro benzina stia realmente portando il carburante a prezzi da bene rifugio, tanto da renderlo un bottino sempre più appetibile. Un rumeno di 33 anni, regolare in Italia, è stato arrestato dai poliziotti della Squadra Mobile di Verona a seguito di un’indagine che ha permesso di smascherare una serie di furti messi a segno  nell’arco di una settimana, ai danni di un’azienda veronese con sede nei pressi di Boscomantico. ?Più nel dettaglio, il titolare della ditta si è rivolto alla Polizia denunciando che negli ultimi tempi aveva registrato uno strano ammanco, reiterato nel tempo, di carburante, dal serbatoio di uno stesso tir, regolarmente parcheggiato sul piazzale della ditta. 

Il titolare, insospettito dalla situazione e determinato a vederci chiaro, ha quindi deciso di piazzare delle telecamere a circuito chiuso nel parcheggio, puntando l'obbiettivo direttamente verso l'autoarticolato vittima di quelle strane “perdite”. ?Le cinque registrazioni filmate, in effetti, evidenziavano la presenza di un medesimo ladro che, in più giorni della settimana, generalmente col buio, sottraeva dal serbatoio del tir segnalato, una quantità ingente di carburante, oltre 1500 litri, riversandolo in taniche e per mezzo di canne usate per risucchiare il liquido. Inoltre, le riprese filmate evidenziavano come il ladro fosse molto accorto nelle operazioni che svolgeva, evitando che qualcuno si accorgesse del furto; si preoccupava, infatti, che il serbatoio non fosse completamente vuoto e che non rimanessero tracce di carburante sulla carrozzeria e sul terreno, compiendo sempre a termine l’operazione di pulizia con uno straccio.?

Alla luce di queste rivelazioni l'intervento della polizia scaligera non ha tardato, e gli investigatori hanno quindi predisposto una trappola contro il malvivente. La sera dell’11 ottobre, nascosti dietro a una recinzione, hanno atteso il ladro, soprendendolo con le mani nel sacco, azione questa ripresa anche dalle telecamere. L’uomo, lo stesso che aveva messo a segno i colpi precedenti, ha cercato invano di fuggire tra le sterpaglie che delimitano il piazzale di sosta dell’azienda, ma è stato raggiunto, bloccato ed arrestato. Ora si trova agli arresti domiciliari, così come disposto dall’Autorità giudiziaria, in attesa del processo.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento