Cronaca Zai / Via Enrico Fermi

Profughi, Rotta (PD): "Espellere i criminali". Clandestino scoperto a Soave

Il governo Gentiloni è prossimo ad un giro di vite per le espulsioni degli immigrati irregolari e di chi commette reati. Intanto nel 2017 la Polstrada veronese ha già scoperto due clandestini

Profughi e accoglienza, tra rivolte e criminalità. A Verona non c'è solo la questione dell'ostello di via Santa Chiara, dove i profughi hanno protestato, ma pare sempre di più per motivi pretestuosi. C'è anche il problema dei profughi sorpresi a delinquere, l'ultimo caso è quello di un ospite di Costagrande arrestato per spaccio. Casi che hanno fatto chiedere alla Lega Nord di chiudere Costagrande e aumentare respingimenti e rimpatri. Il governo Gentiloni è prossimo ad un giro di vite per le espulsioni degli immigrati irregolari e la deputata veronese del PD Alessia Rotta commenta: "Dobbiamo garantire la sicurezza dei cittadini. I criminali non possono avere spazio nelle strutture di accoglienza. Le espulsioni di spacciatori e finti profughi, doppiamente truffatori, perché si approfittano del sistema a discapito delle vittime di guerre e persecuzioni, devono essere immediate ed efficaci".

"Ad oggi - prosegue Rotta - possiamo già procedere all’espulsione di chi, sedicente profugo, si è reso colpevole di spaccio a Verona. Non possiamo permettere che queste persone rimangano a piede libero, men che meno a contatto con le vittime accolte nelle strutture. Il ministro Minniti sta conducendo una serie di missioni all’estero per creare una rete di accordi che ci permetta di rendere efficaci i provvedimenti di espulsione e rimpatrio. Un’iniziativa che prima non era mai stata intrapresa in modo strutturato. Solo attraverso la ripresa delle espulsioni possiamo salvaguardare i veri profughi, le strutture e le comunità che li accolgono".

E al tema delicato dell'accoglienza dei profughi, si affianca sempre quello dei clandestini che si nascondono nei camion o in altri mezzi di trasporto per raggiungere i paesi del Nord-Europa. Dall'inizio del 2017, gli agenti della polizia stradale di Verona Sud ne hanno già trovati due, come scrive Giorgia Cozzolino su L'Arena. Il primo è stato trovato nel mantovano, il secondo pochi giorni fa nell'area di servizio Scaligera di Soave. Il camionista che inconsapevolmente lo trasportava lo ha visto e ha chiamato il 113. Si tratta di un cittadino senegalese trovato dai poliziotti in condizioni di salute non buone. Era disidratato e presentava segni di assideramento. Per questo è stato prima trasportato all'ospedale di Bussolengo per essere curato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Profughi, Rotta (PD): "Espellere i criminali". Clandestino scoperto a Soave

VeronaSera è in caricamento