Profughi, Rotta (PD): "Espellere i criminali". Clandestino scoperto a Soave

Il governo Gentiloni è prossimo ad un giro di vite per le espulsioni degli immigrati irregolari e di chi commette reati. Intanto nel 2017 la Polstrada veronese ha già scoperto due clandestini

Profughi e accoglienza, tra rivolte e criminalità. A Verona non c'è solo la questione dell'ostello di via Santa Chiara, dove i profughi hanno protestato, ma pare sempre di più per motivi pretestuosi. C'è anche il problema dei profughi sorpresi a delinquere, l'ultimo caso è quello di un ospite di Costagrande arrestato per spaccio. Casi che hanno fatto chiedere alla Lega Nord di chiudere Costagrande e aumentare respingimenti e rimpatri. Il governo Gentiloni è prossimo ad un giro di vite per le espulsioni degli immigrati irregolari e la deputata veronese del PD Alessia Rotta commenta: "Dobbiamo garantire la sicurezza dei cittadini. I criminali non possono avere spazio nelle strutture di accoglienza. Le espulsioni di spacciatori e finti profughi, doppiamente truffatori, perché si approfittano del sistema a discapito delle vittime di guerre e persecuzioni, devono essere immediate ed efficaci".

"Ad oggi - prosegue Rotta - possiamo già procedere all’espulsione di chi, sedicente profugo, si è reso colpevole di spaccio a Verona. Non possiamo permettere che queste persone rimangano a piede libero, men che meno a contatto con le vittime accolte nelle strutture. Il ministro Minniti sta conducendo una serie di missioni all’estero per creare una rete di accordi che ci permetta di rendere efficaci i provvedimenti di espulsione e rimpatrio. Un’iniziativa che prima non era mai stata intrapresa in modo strutturato. Solo attraverso la ripresa delle espulsioni possiamo salvaguardare i veri profughi, le strutture e le comunità che li accolgono".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E al tema delicato dell'accoglienza dei profughi, si affianca sempre quello dei clandestini che si nascondono nei camion o in altri mezzi di trasporto per raggiungere i paesi del Nord-Europa. Dall'inizio del 2017, gli agenti della polizia stradale di Verona Sud ne hanno già trovati due, come scrive Giorgia Cozzolino su L'Arena. Il primo è stato trovato nel mantovano, il secondo pochi giorni fa nell'area di servizio Scaligera di Soave. Il camionista che inconsapevolmente lo trasportava lo ha visto e ha chiamato il 113. Si tratta di un cittadino senegalese trovato dai poliziotti in condizioni di salute non buone. Era disidratato e presentava segni di assideramento. Per questo è stato prima trasportato all'ospedale di Bussolengo per essere curato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dal reparto Covid-19 di Borgo Trento: «Sappiamo cosa ci aspetta per i prossimi mesi»

  • Quanta acqua devo bere al giorno? Ecco quello che non sapevi

  • Lo studio a Negrar: «Minore è la quantità di virus, meno gravi i sintomi della malattia»

  • Contro gli assembramenti, provvedimenti diversificati e "zone rosse" a Verona

  • Un morto ed un ferito per un incidente motociclistico a Caprino Veronese

  • Nuova ordinanza a Verona contro il virus: le tre "aree" della città e tutti i divieti in vigore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento