Cronaca

Operazione Mangiafuoco, nel mirino dei Ros anche un veronese

Gli inquirenti ritengono il giovane una figura marginale in queste organizzazioni. Il sequestro, secondo i carabinieri, ha avuto esito "interessante, seppur non eclatante"

I Ros di Bologna hanno perquisito anche un giovane residente in un paesino della Bassa veronese due giorni fa, nell'ambito dell'operazione Mangiafuoco. Si tratta di un´inchiesta nazionale su alcune azioni terroristiche, commesse da gruppi anarco insurrezionalisti nel capoluogo bolognese. Gli obiettivi riguardano aziende e siti, ritenuti da questi movimenti responsabili di sfruttamento di animali e inquinamento.


Due mattine fa all´alba, si sono svolte una ventina di perquisizioni in tutto il paese fino a Berlino in Germania. Tra le case visitate dai Ros anche quella del veronese di cui, però, non è stato diffuso il nome. Gli inquirenti ritengono il giovane una figura marginale in queste organizzazioni. Aggiungono che la perquisizione, svoltasi nella nostra provincia, ha avuto risultati non eclatanti ma interessanti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione Mangiafuoco, nel mirino dei Ros anche un veronese

VeronaSera è in caricamento