Alta Velocità, riunione a Peschiera del Garda. Manifestazione dei No Tav

Si sono incontrati i rappresentanti dei comuni interessati dall'opera, l'assessore regionale De Berti e i tecnici di Rfi. Tutti accolti all'ingresso dai contrari all'opera

Il sindaco di Peschiera del Garda Orietta Gaiulli a colloquio con i manifestanti No Tav (Foto Facebook)

Riunione questa mattina, 20 aprile, in piazzetta San Marco a Peschiera del Garda tra i rappresentanti dei comuni veronesi interessati dall'Alta Velocità Brescia-Verona, l'assessore regionale alle infrastrutture Elisa De Berti e i tecnici di Rfi (Rete ferroviaria italiana). E dalle 8.30 ad accogliere i partecipanti a questa riunione c'era un gruppo di No Tav i quali hanno voluto denunciare che il progetto approvato non rispetta la normativa antisismica e le norme tecniche per le costruzioni approvate nel 2008.

L'oggetto dell'incontro di oggi sono soprattutto le oltre 300 osservazioni presentate al progetto definitivo approvato dal Cipe (Comitato interministeriale per la programmazione economica). Per i manifestanti, già un progetto con così tante prescrizioni è sospetto, ma in più il fatto che non vengano rispettate le norme antisismiche e quelle tecniche introdotte dieci anni lascia intendere che il progetto non sia conforme. "Se un cittadino qualsiasi presentasse un progetto con queste carenze, questo sarebbe subito respinto - dicono i No Tav - Non si capisce perché per un'opera che i cittadini pagheranno 80 milioni al chilometro gli amministratori chiudono gli occhi".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E prima di prendere parte alla riunione, il sindaco di Peschiera del Garda Orietta Gaiulli si è fermato a parlare con i No Tav. "Non dovete convincere me - ha detto il primo cittadino di Peschiera - Siamo tutti d'accordo che il territorio che viene devastato è quello di Peschiera. Noi facciamo il massimo, ma sono altri i soggetti che potrebbero fermare questo progetto e non lo fanno".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento