menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ripescato dall'Adige il corpo dell'uomo che si era buttato da Ponte Garibaldi

I sommozzatori dei vigili del fuoco hanno ritrovato la salma poco distante da Ponte San Francesco. Si tratta di un srilankese di 53 anni, in cura a Borgo Trento per una sindrome depressiva

È stato rinvenuto ieri, 18 luglio, intorno alle ore 21, il corpo senza vita di C.D.N., srilankese di 53 anni. Si tratta dell’uomo che sabato scorso, 14 luglio, aveva scavalcato il parapetto di Ponte Garibaldi e si era gettato nell'Adige.

Il corpo esanime è stato rinvenuto grazie ad una segnalazione di alcuni passanti che, dopo aver avvistato la salma nelle acque sottostanti a Ponte Navi, hanno allertato immediatamente la polizia. Gli agenti, intervenuti sul posto, in collaborazione con i sommozzatori dei vigili del fuoco, ancora impegnati nelle operazioni di ricerca, hanno ritrovato la salma poco distante da Ponte San Francesco, lungo la sponda sinistra del fiume.

In nottata, terminate le operazioni di recupero e a seguito dei rilievi effettuati dalla scientifica, il corpo è stato portato nelle celle mortuarie di Borgo Roma e messo a disposizione dei familiari che questa mattina lo hanno riconosciuto. L'uomo soffriva di sindrome depressiva ed era in cura all'ospedale di Borgo Trento.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento