menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Ristrutturazione finita, riapre il centro Consolini

Ristrutturazione finita, riapre il centro Consolini

Ristrutturazione finita, riapre il centro Consolini

Completati i lavori da 1,5 milioni all'impianto di Basso Acquar. Diventer il terzo polo di Veron

L’assessore all’Edilizia sportiva, Federico Sboarina, e l’assessore regionale ai Lavori pubblici, Massimo Giorgetti, si sono recati questa mattina in sopralluogo al centro polisportivo “Consolini” di Basso Acquar in occasione dell’inizio dei lavori per il completamento della ristrutturazione dell’impianto sportivo. L’intervento riguarda la ristrutturazione integrale della palazzina, con il rifacimento delle palestre ai piani primo e secondo e degli spazi adiacenti, per un importo complessivo di 1 milione 551 mila euro, di cui 630 mila finanziati dalla Regione Veneto. Il termine dei lavori è previsto per gennaio 2012.

“Dopo una prima parte di lavori, iniziati nell’ottobre 2007, riguardanti la palestra al piano terra – spiega Sboarina – si procede ora con la ristrutturazione della parte restante del palazzetto, in modo da rendere la struttura completamente agibile ed utilizzabile dalle società sportive cittadine e dall’utenza scolastica. Il Consolini – aggiunge l’assessore - diventerà il terzo centro polisportivo comunale, accanto a Santini e Gavagnin, e potrà ospitare attività come le arti marziali, la danza e la boxe, che faticano a trovare altri spazi in città”. L’assessore regionale ha ricordato “la collaborazione tra Regione e amministrazione comunale per investire in progetti a vantaggio dei cittadini; dopo la ristrutturazione – ha aggiunto Giorgetti – questo impianto storico risponderà pienamente alle esigenze dei nostri atleti”.


Nel progetto saranno inseriti anche alcuni interventi volti a migliorare l’assetto viabilistico della zona, a tutela della funzionalità del complesso e della sicurezza dei fruitori. In particolare sono previsti: la realizzazione dell’accesso pedonale dalla sola via Ascari, confinando gli accessi carrai sulla nuova arteria a quattro corsie che verrà realizzata nell’ambito del piano di recupero delle ex Cartiere; la riorganizzazione degli spazi del piano terra con la separazione dei percorsi per gli atleti e gli spettatori; il rifacimento del vano scala; l’inserimento di un ascensore per garantire l’accessibilità ai piani superiori a persone con difficoltà motorie; la realizzazione di 5 nuovi spogliatoi per atleti, con relativi servizi igienici e docce, e di 3 spogliatoi per arbitri. Previsti inoltre spazi per depositi e vani tecnici, servizi per il pubblico, infermeria ed alcuni accorgimenti per migliorare l’efficienza energetica dell’immobile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento