menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Rissa in Veronetta, aggredito un poliziotto. In manette 35enne, doveva già essere espulso

La lite è scoppiata intorno alle ore 19 in Via XX Settembre, danni anche alla Volante

Nel tardo pomeriggio di ieri, martedì 31 luglio, con l’accusa di "resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato", un cittadino marocchino è stato arrestato dai poliziotti delle Volanti in Via XX Settembre a Verona. Nello specifico, intorno alle ore 19, è pervenuta alla sala operativa della polizia la segnalazione di una lite in corso tra due uomini nordafricani in prossimità dell’Internet Point al civico 45.

All’arrivo della Volante della polizia, i due contendenti sono stati immediatamente allontanati, ma uno dei due ha dato in escandescenze, opponendo resistenza e finendo col colpire uno degli agenti intervenuti, danneggiando peraltro anche la macchina di servizio. Con non poca fatica da parte degli agenti, l’uomo è stato quindi placato e messo in sicurezza, infine trasportato in Questura per gli accertamenti di rito, essendo tra l’altro sprovvisto di documenti.

Il cittadino straniero E. H. S., un uomo marocchino trentacinquenne, pluripregiudicato per reati specifici e contro il patrimonio, è stato dunque arrestato per il reato di "resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento aggravato", oltre che ristretto presso le camere di sicurezza della Questura, in attesa del rito direttissimo che si è svolto nella mattinata odierna. Dopo la convalida dell’arresto, il Giudice ha disposto la misura cautelare del divieto di dimora nella Provincia di Verona in attesa dell’udienza rinviata all’11 ottobre 2018.

Il cittadino E. H. S. è stato altresì denunciato a piede libero per i reati di lesioni personali, rifiuto di fornire le generalità e minacce a Pubblico Ufficiale. L’Ufficio Immigrazione della Questura ha invece attivato l’iter burocratico necessario per allontanare l'uomo dal territorio nazionale. Quest’ultimo infatti, oltre a non essere in regola con le norme sul soggiorno in Italia, era già gravato da un provvedimento di espulsione da parte del Prefetto di Venezia.  

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Benessere

    Pasta di legumi: benefici e ricetta

  • social

    Aperti online i Casting dello Zecchino d’Oro

  • social

    L'Acqua in uno scatto: concorso a premi

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento