Via Galilei, prima un rissa poi un incendio in uno stabile abbandonato

L'edificio in disuso diventa spesso rifugio per senzatetto. Cinque di loro, l'altra sera, sono stati fermati dalla polizia per la rissa segnalata dai residenti che vivono poco distante

Stabile abbandonato in via Galilei (Foto Gmaps)

Prima l'intervento di tre pattuglie della squadra Volanti della polizia per sedare una rissa e qualche ora dopo l'intervento dei vigili del fuoco per spegnere un piccolo incendio. Il tutto in un unico edificio, un vecchio deposito in disuso della stazione di Porta Vescovo, in via Galilei. Essendo abbandonato, lo stabile diventa a volte rifugio per senzatetto.
Ed è stata proprio una rissa tra senzatetto ad allertare i cittadini che abitano nelle vicinanze. Era circa la mezzanotte tra giovedì 3 e venerdì 4 dicembre, quando i residenti hanno chiamato la polizia. Gli agenti hanno fermato la rissa e hanno portato in Questura cinque uomini per l'identificazione. Dopo gli accertamenti, due sono stati trattenuti e tre rilasciati.

Ieri mattina, poi, l'incendio domato dai pompieri veronesi e probabilmente causato da una braciere usato dai senzatetto per scaldarsi. Il rogo ha fortunatamente riguardato solo il piano superiore dell'edificio e non si è esteso all'esterno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • Bozza Dpcm: coprifuoco Natale e Capodanno (rafforzato), sì pranzi ristorante in zona gialla

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento