Cronaca Nogara

Risparmiatori truffati a Nogara, Adiconsum: "La banca li deve risarcire"

Il presidente della sezione veronese dell'associazione ha così commentato il caso emerso in queste settimane, con un'ex dipendente dell'istituto di credito accusata di aver fatto sparire circa un milione di euro di investimenti

Ancora un caso di risparmio tradito. La notizia della ex dipendente infedele della filiale di Nogara del Monte dei Paschi di Siena che avrebbe utilizzato i depositi dei clienti per fini privati è grave. In questi casi se l’operazione è avvenuta, come pare di capire, all’interno dell’istituto bancario sussiste una responsabilità oggettiva della banca che deve risarcire i clienti in tempi celeri e senza ulteriori disagi per i consumatori.

Davide Cecchinato, presidente di Adiconsum Verona, accorre in aiuto dei correntisti della filiale del gruppo Mps di Nogara "traditi". Una dipendente infatti avrebbe fatto sparire circa un milione di euro di investimenti pluriennali a tasso d'interesse fisso, prima che il caso venisse alla luce lo scorso mese di aprile, quando un imprenditore ha chiesto la restituzione anticipata di quanto depositato (circa 500 mila euro), sentendosi però rispondere che dei suoi soldi non c'era traccia. Così la questione è arrivata prima nelle mani di un legale e poi ai carabinieri, che hanno dato il via agli accertamenti. 
Nel frattempo Monte Paschi ha dato il via alle verifiche interne per capire cosa non abbia funzionato nelle procedure di controllo, mentre per i risarcimenti occorrerà attendere quanto meno le tempistiche burocratiche. 

Ci auguriamo in tal senso che il Monte Paschi abbia già attivato tutte le procedure necessarie per ristorare i malcapitati - ha proseguito Cecchinato -. Se così non fosse consigliamo tutti gli interessati di presentare reclamo alla Banca. Adiconsum Verona è a fianco dei clienti danneggiati e si rende disponibile ad assisterli per una celere definizione della vicenda che compendi il ristoro totale di quanto sottratto. Certo è difficile fare paragoni poiché le informazioni al riguardo del caso di Nogara sono ancora frammentarie ma la vicenda nogarese pare simile, almeno nelle modalità, a quello che qualche anno fa è capitato a San Giovanni Lupatoto che ha visto Adiconsum Verona in prima linea nella difesa dei consumatori con definizione positiva della vicenda. Certo è che la nostra provincia ultimamente è battuta da avversità che coinvolgono gli ignari risparmiatori a riprova del fatto che quando si tratta di investire i nostri risparmi dobbiamo sempre essere molto accorti e elevare la nostra cultura finanziaria per evitare di finire in trappole come queste.

Le indagini nel frattempo vanno avanti, in attesa che tutti i risparmiatori coinvolti nella vicenda presentino denuncia fornendo così il quadro generale. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Risparmiatori truffati a Nogara, Adiconsum: "La banca li deve risarcire"

VeronaSera è in caricamento