rotate-mobile
Giovedì, 29 Settembre 2022
Cronaca Sanguinetto / Via Roma

Sanguinetto, stato di agitazione alla Unilever. A rischio 42 posti di lavoro

La grande multinazionale parla di "ottimizzazione dei costi" e ha aperto la procedura di mobilità. I sindacati hanno organizzato una serie di assemblee per informare i lavoratori si confronteranno con la proprietà

I lavoratori della Unilever di Sanguinetto sono in stato di agitazione e pronti alla protesta per scongiurare i 42 licenziamenti comunicati dall'azienda su un organico di circa 200 dipendenti. La grande multinazionale parla di "ottimizzazione dei costi" e ha aperto la procedura di mobilità. I sindacati hanno organizzato una serie di assemblee per informare i lavoratori e oggi, 19 aprile, si confronteranno direttamente con la proprietà.

Solidarietà ai lavoratori, intanto, è stata espressa dalla sezione veronese di Potere al Popolo, forza extraparlamentare di sinistra. "Le voci che aleggiano dentro all'azienda sostengono che sia solo l'inizio di un progetto molto più ampio che avrebbe l'obiettivo di spostare la produzione in Spagna, dove i costi di produzione sono inferiori", fanno sapere da Potere al Popolo, da cui arriva appoggio e sostegno a tutte le decisioni che i lavoratori e le lavoratrici intenderanno assumere.

Non possiamo aspettare le lente procedure istituzionali - concludono da Potere al Popolo - Va coinvolta la popolazione, il settore commerciale e produttivo della zona perché l'intera economia territoriale rischierebbe di accusare il colpo. Dov’è finito il rischio aziendale? Quando tutto va bene gli utili entrano nelle tasche della multinazionale, che trae il maggior profitto dal territorio in cui si insedia. Ma appena qualcosa si incrina il rischio viene scaricato sulle spalle di lavoratori e territorio. Non possiamo lasciare che 42 lavoratori vengano licenziati, che 42 famiglie si trovino a fronteggiare l'ennesimo gioco sulla propria pelle dove il profitto aziendale viene prima di tutto.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sanguinetto, stato di agitazione alla Unilever. A rischio 42 posti di lavoro

VeronaSera è in caricamento