Risarcimenti Dieselgate. Gli avvocati di APDEF spiegano come ottenerli

Nell'appuntamento fissati per martedì 25 ottobre presso Due Torri Hotel, verranno illustrate le azioni migliori da intraprendere per esercitare i propri diritti, soprattutto in sede civile e con particolare riferimento alle modalità di indennizzo

Riparte a pieno ritmo il roadshow informativo a tutela delle vittime del “Dieselgate” di APDEF, l’Associazione Europea per la Difesa dei Diritti dei Consumatori, e lo fa nella città sede del quartier generale del Gruppo Volkswagen in Italia, che coinvolge oltre 700.000 proprietari di auto in tutta La penisola e 8,5 milioni in tutta Europa.

L’appuntamento è per martedì 25 ottobre presso Due Torri Hotel di Piazza S.Anastasia 4 dove il presidente di APDEF Europa Francesc Rafanell e il responsabile APDEF Verona illustreranno ai consumatori veronesi le azioni migliori da intraprendere per esercitare i propri diritti, soprattutto in sede civile e con particolare riferimento alle modalità di indennizzo.

L’Associazione, fondata in Spagna, molto conosciuta per le sue lotte contro le banche, con sedi in Francia e Italia, può contare su oltre 7.000 associati e più di 6.000 cause patrocinate, per un valore complessivo di 125 milioni di euro, più di 3.500 procedimenti giudiziari conclusisi positivamente e circa 60 milioni di euro di indennizzi recuperati.

Con questi numeri che APDEF si presenta a Verona al fianco dei consumatori truffati dallo scandalo delle emissioni, a cui il costruttore tedesco rifiuta qualsiasi forma di risarcimento, negando ogni contatto con le autorità e le associazioni italiane.

“Vogliamo riunire il maggior numero di persone coinvolte in questo scandalo perché, come abbiamo fatto in Spagna e Francia, più siamo e più riusciamo a portare risultati concreti per ottenere i risarcimenti dovuti” commenta Francesc Garcia Rafanell, che aggiunge “bastano solo 100 euro e nessun altro costo per istruire le pratiche con noi di APDEF e vi possiamo dire che anche in Italia ci sono le possibilità reali di per poter ottenere un indennizzo".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maggiori informazioni si possono avere contattando il numero unico nazionale + 39 3917547650 o scrivendo all’indirizzo email: info@apdef.it.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Virus: 11 nuovi casi in Veneto e l'ospedale di Borgo Trento torna ad avere ricoverati

  • Coronavirus, crescono contagi a Verona. Una nuova vittima in Veneto

  • La montagna vicino Verona: 5 fantastiche escursioni a due passi dalla città dell'amore

  • A4, morto per un malore in terza corsia: scontri pericolosi evitati grazie ad un'auto e un tir

  • Coronavirus, un nuovo morto in Veneto e purtroppo è veronese

  • La sua ragazza non risponde e chiama il 112: trovata in una casa con droga e refurtiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
VeronaSera è in caricamento