Mercoledì, 27 Ottobre 2021
Cronaca Isola della Scala / Via Vittorio Veneto

Il sindaco di Isola della Scala Miozzi a processo per un'assunzione sospetta

Il caso del presunto abuso d'ufficio vede al centro la casa di riposo "Benedetto Albertini", dove per l'accusa è avvenuta l'interferenza dell'ex presidente della Provincia. Assolte altre 5 persone coinvolte

Ancora una volta la casa di riposo "Benedetto Albertini" di Isola della Scala al centro delle cronache. Dopo il caso del buco milionario, da cui poi è nata anche una disputa legale per diffamazione, ieri 3 febbraio il gup Giuliana Franciosi ha rinviato a giudizio il sindaco di Isola della Scala Giovanni Miozzi, reo secondo il pm Federica Ormanni di avere spinto per l'assunzione di un dipendente

A riportare la vicenda il quotidiano L'Arena, su cui c'è scritta anche la data del processo verso l'ex presidente della Provincia: il 12 aprile. Assolte le altre cinque persone coinvolte nella vicenda, che avevano optato per il rito abbreviato. Una condanna di tre anni era invece stata inflitta all'ex direttore della casa di riposo, che aveva scelto la via del patteggiamento.

L'unico a non aver scelto riti alternativi è stato proprio Giovanni Miozzi, che resta sereno perché sicuro di essere estraneo ai fatti. Dopo la denuncia dell'ex presidente del consiglio di amministrazione della "Benedetto Albertini", Miozzi aveva chiarito la sua posizione in tribunale nel novembre scorso. Probabilmente la sua versione non ha convinto del tutto il giudice che ha mandato Miozzi a processo per fare piena luce su questo caso di abuso d'ufficio.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sindaco di Isola della Scala Miozzi a processo per un'assunzione sospetta

VeronaSera è in caricamento