Cronaca Centro storico / Via dello Zappatore

Abusa della figlia di dieci anni. Chiesto il rinvio a giudizio per un 46enne

La vittima ha denunciato tutto a 16 anni, ma le violenze sessuali sono iniziate molto prima. Il padre la costringeva con la forza oppure la minacciava

Viene accusato di violenza sessuale aggravata sulla propria figlia, il 46enne veronese per cui è stato chiesto in questi giorni il rinvio a giudizio, appena terminate delle indagini. 

L'inchiesta è partita dalla denuncia della ragazzina sedicenne, ma gli abusi pare siano iniziati quando la vittima aveva solo dieci anni. Su L'Arena è stata raccontata la ricostruzione del pm. I genitori della bambina erano separati e lei passava con il padre i fine settimana e le festività.

In quei giorni sono stati molto numerosi gli atti sessuali che la piccola era costretta compiere con il padre che la minacciava e la picchiava se lei si opponeva. Questa è la versione della Procura, anche dettagliata, perché si fa riferimento ad alcuni tipi di minacce. Il padre le diceva, ad esempio, che non le avrebbe dato da mangiare se si fosse opposta.

Tutto questo per anni, fino alla denuncia della figlia, ormai adolescente.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Abusa della figlia di dieci anni. Chiesto il rinvio a giudizio per un 46enne

VeronaSera è in caricamento