Rinnovo patente, entra in funzione il servizio di prenotazione on-line

L'obiettivo è quello di agevolare gli utenti e ridurre i disagi dovuti a spostamenti e attese agli sportelli

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di VeronaSera

Per agevolare gli utenti che devono effettuare la visita presso la Commissione Medica Locale per il rilascio o il rinnovo delle patenti di guida, l’Ulss 20, tramite il Dipartimento di Prevenzione e in collaborazione con l’Aci di Verona, attiva e rende disponibile un servizio di prenotazione on-line, consentendo in tal modo di ridurre il disagio negli spostamenti e nelle attese allo sportello. La Commissione Medica Locale, lo ricordiamo,  valuta l'idoneità alla guida di particolari tipologie di utenti: affetti da specifiche patologie, da disabilità motorie, da deficit visivi o uditivi; con età superiore a 60 anni (patenti D, D/E) e 65 anni (patenti C, C/E); affetti da diabete mellito con patente C, D, CE, DE, AK, BK; oggetto di revisioni disposte dall'Autorità. Accedendo nel sito dipartimentale dall’area dedicata, sarà possibile inoltrare dal computer di casa una richiesta di appuntamento per la visita. Per la prenotazione sarà sufficiente compilare a video un modulo informatizzato e spedirlo con la propria posta elettronica. L’operazione è semplice e veloce. Nella fase immediatamente successiva alla trasmissione del modulo, il Dipartimento di Prevenzione risponderà con una mail  di ricevuta con allegato un documento contenente le istruzioni per il giorno della visita e gli estremi della pratica. Non sarà, quindi, più necessario per l’utente spedire la richiesta cartacea oppure consegnarla personalmente: il tutto si potrà fare con un click. Per il corretto funzionamento del servizio è richiesto un computer provvisto di collegamento Internet e del programma Adobe Reader versione 9 o successiva. Qualora l’utente non fosse in grado di provvedere autonomamente alla prenotazione, si potrà rivolgere agli sportelli ACI di Verona e provincia munito di patente o documento di identità (se non in possesso di patente) e codice fiscale. La collaborazione con l’Aci Verona è solo il primo passo per l’attivazione di una più ampia “rete civica”  territoriale  di punti di servizio e di supporto che potranno riguardare e coinvolgere uffici comunali, farmacie, patronati, ecc. per uno sviluppo sempre più congruo e funzionale di una sanità on line al servizio anche dell’utente anziano tramite strumenti di semplice e facile utilizzo.

Torna su
VeronaSera è in caricamento