Cronaca Centro storico / Piazza Bra

Palazzo Barbieri programma per la primavera la riforma delle Circoscrizioni

L'assessore al Decentramento Marco Padovani ricorda che il regolamento dei Parlamentini "prevede ancora un sistema elettorale puramente proporzionale, che è disomogeneo rispetto a quello stabilito dalla legge per il Comune"

La votazione del bilancio comunale da parte delle Circoscrizioni fa tornare in auge un vecchio problema: quello della governabilità.

A dirlo è l’assessore al Decentramento Marco Padovani, che annuncia come l’Amministrazione Sboarina intenda mettere mano alla riforma dei cosiddetti Parlamentini, annunciata da anni e finora mai attuata, che dovrà entrare in vigore dalla prossima tornata elettorale.

Il regolamento comunale delle Circoscrizioni prevede ancora un sistema elettorale puramente proporzionale, che è disomogeneo rispetto a quello stabilito dalla legge per il Comune, dove invece c’è il premio di maggioranza alla coalizione vincitrice. La conseguenza, quindi, è che le composizioni sono diverse, per questo è nostra intenzione, già a partire dalla primavera, avviare la riforma per assicurare la rappresentanza delle reali intenzioni del corpo elettorale. Il nuovo regolamento verrà condiviso con tutte le forze politiche presenti in Consiglio.

Per quanto riguarda, invece, il dettaglio del bilancio va registrata un’inversione di tendenza nei fondi destinati al Decentramento.

Mentre negli ultimi anni si è assistito a un costante taglio degli stanziamenti, l’attuale Giunta ha deciso di arrestare questo trend negativo mantenendo per il 2018 lo stesso importo del 2017 per tutte e otto. Inoltre, è stata ristabilita l’assegnazione di un responsabile amministrativo per ogni Circoscrizione. Non si spiega quindi il voto negativo al bilancio comunale già espresso da qualche Parlamentino, se non con il clima di antagonismo politico dovuto alla campagna elettorale nazionale. Il nostro sforzo verso i quartieri è infatti testimoniato tangibilmente anche dal milione e 50 mila euro per interventi tecnici stanziato appena insediati e dai successivi 250 mila euro per le manutenzioni. Grazie a queste decisioni, in primavera partirà un mega cantiere per la sistemazione delle strade in tutte le otto Circoscrizioni. Un dato in controtendenza e in netto contrasto con l’Amministrazione precedente, che per il 2017 non aveva previsto fondi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Palazzo Barbieri programma per la primavera la riforma delle Circoscrizioni

VeronaSera è in caricamento