rotate-mobile
Mercoledì, 8 Dicembre 2021
Cronaca Strada Mattaranetta

Rifiuti abbandonati a Verona e provincia: Traguardi chiede l'intervento di Palazzo Barbieri

Numerosi i casi segnalati nell'ultimo periodo: sul gruppo "cittadinanza attiva VR #veronaripuliamoci", viene raccontato che una volontaria ha visto un operaio abbandonare uno scaldabagno in via Cason, che verrà presto denunciato

La lotta all'abbandono indiscrimato di rifiuti prosegue senza sosta in diverse zone della Provincia di Verona. Nei giorni scorsi è stato il Comune di Legnago, al termine di una videoconferenza con 16 associazioni del territorio, ad annunciare nuove misure contro i "pendolari delle immondizie" e chiunque altro getti la spazzatura in luoghi non idonei, per non dire sul suolo pubbico. Saranno istituite infatti delle "guardie ambientali" composte da volontari, verrà modificato il regolamento di Polizia locale per inasprire ulteriormente le sanzioni, ma saranno anche aumentate le ore di apertura degli ecocentri e sensibilizzati su questa tematica i più giovani. 

Sul gruppo Facebook "cittadinanza attiva VR #veronaripuliamoci" è stato segnalato uno scaldabagno abbandonato in via Cason, tra Caselle e Verona. Secondo quanto scritto sul post, a cui sono allegate le foto del dispostivo, ad abbandonarlo sarebbe stato un operaio proveniente dalla frazione di Sommacampagna: l'uomo sarebbe stato visto da una volontaria, che lo denuncerà ai vigili. 

foto cittadinanza attiva VR #veronaripuliamoci-2
Lo scaldabagno abbandonato - Foto da cittadinanza attiva VR #veronaripuliamoci

E a Verona? Un nuovo episodio di degrado è stato segnalato dal movimenti civico Tragurardi in Settima Circoscrizione, con l'invito rivolto all'Amministrazione comunale a «battere un colpo sul tema»
«In strada Mattaranetta, ormai l'abbandono incontrastato di rifiuti è all'ordine del giorno - spiega Mirko Filippini, coordinatore del gruppo di Traguardi in Settima -. Una prima parziale pulizia di questa strada, che collega San Michele a San Martino Buon Albergo, è stata recentemente annunciata dal Presidente della Settima Circoscrizione, ma dopo l'intervento effettuato da Amia la situazione rimane indecente, come dimostrano alcune foto scattate negli scorsi giorni».
Dal movimento ricordano che in altre parti della città erano stati gli stessi cittadini a mobilitarsi e adoperarsi spontaneamente per ripulire, cosa che potrebbe avvenire anche in questo caso con una collaborazione e "cittadinanza attiva", mentre viene sottolineato come «soluzioni efficaci da parte degli enti responsabili, e pagati dai cittadini, tardino ad arrivare».

Rifiuti in strada mattarenetta (2)-2Rifiuti in strada mattarenetta (1)-2

«Tra poco, l'area a fianco degli orti urbani lungo la strada diventerà "campo base" per i lavori della TAV, ed è prevista la circolazione di circa 40 camion al giorno- aggiunge Tommaso Ferrari -. Oltre ad una pulizia profonda, sarà quindi fortemente necessario anche un piano viabilistico che non metta in ginocchio l'intera zona ed i residenti, come è già accaduto altrove in occasione di altri cantieri. Come in altre numerose zone della città, è necessario un deciso cambio di passo per mettere bisogni ed esigenze dei cittadini in cima alle priorità dell'Amministrazione comunale».

Rifiuti in strada mattarenetta (3)-2

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti abbandonati a Verona e provincia: Traguardi chiede l'intervento di Palazzo Barbieri

VeronaSera è in caricamento