menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ritornate le opere a Castelvecchio. Da domani, museo a 1 euro per un mese

Terminate le celebrazioni per il rientro dei 17 quadri trafugati. Per i prossimi giorni si potranno rivedere, poi saranno restaurate

Ieri, 21 dicembre, le ultime tappe al di fuori del museo di Castelvecchio delle 17 opere trafugate il 19 novembre 2015. Alla mattino la cerimonia di restituzione a Kiev e la sera intorno alle 18 il ritorno con un volo di stato atterrato all'aeroporto Catullo. Sull'aereo il ministro Dario Franceschini, insieme alle forze dell'ordine e al conservatore della pinacoteca del museo Ettore Napione. Presente anche il sindaco di Verona Flavio Tosi che nei ringraziamenti ha ricordato "la splendida e fattiva cooperazione del governo ucraino e del nostro governo - ha detto Tosi - Un grazie a tutte le forze dell'ordine, per il lavoro fatto, e alla magistratura, per aver dato condanne esemplari che rendono la misura del reato perpetrato".

A proposito delle pene, il ministro Franceschini ha annunciato che porterà in consiglio dei ministri una proposta per creare una nuova tipologia di reati contro il patrimonio artistico, culturale e paesaggistico dell'Italia. "Un provvedimento che poi passerà per l'esame in Parlamento e che prevede l'inasprimento delle pene per i reati di furto e danneggiamento del patrimonio artistico - ha commentato la deputata veronese PD Alessia Rotta - Siamo soddisfatti non solo del rientro dei quadri a Verona, ma anche perchè l'episodio non è stato ignorato".

"È stato un momento di soddisfazione e di sollievo, vista la lunga attesa per tutta la città", ha commentato la deputata veronese M5S Francesca Businarolo, che però torna a chiedere maggiore attenzione e chiede "che venga anche chiarito il motivo del ritardo cronico con cui il governo ucraino ha effettuato la consegna. È un dovere verso i veronesi e tutti gli italiani".

Ieri sera i quadri sono stati riportati al museo di Castelvecchio e nella mattina di oggi, 22 dicembre, sono stati disimballati e dalle 10.30 è stato possibile ammirarli di nuovo in quella che è la loro casa. Durante la celebrazione di questa mattina il sindaco Tosi ha ricordato che da domani, 23 dicembre, comincerà la promozione per visitare il museo a 1 euro, in modo tale che davvero tutti possano riabbracciare metaforicamente le opere recuperate. "Per questo mese le 17 tele saranno per tutti visibili - ha detto la direttrice Margherita Bolla - Poi saranno restaurate. Necessitano di alcuni piccoli interventi, perché hanno subito dei graffi. I dipinti su tela sono state tagliate per rimuovere il telaio così da poterle trasportare meglio. Però rispetto alle vicissitudini che hanno passato, i danni che hanno riportato sono davvero minimi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Politica

Da Verona parte la crociata contro Sanremo, Castagna: «È diventato Sodoma e Gomorra?»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento