menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Michele Dal Forno e Federico Sboarina

Michele Dal Forno e Federico Sboarina

Medaglia della città al rider ferito in volto dopo aver soccorso una ragazza minacciata

«Non ha esitato a mettere a repentaglio la propria incolumità per portare aiuto a una ragazza minacciata da due uomini. Michele, tutta Verona ti dice grazie», spiega il sindaco Sboarina. Una clinica con sede in città offre a Michele sedute gratuite di laser terapia per la cicatrice

«Michele Dal Forno un giovane veronese che è un esempio positivo per tutti». A dirlo è il sindaco di Verona Federico Sboarina che quest'oggi, venerdì 23 aprile, ha consegnato la medaglia della città di Verona al giovane rider autore di un gesto di grande coraggio ed altruismo sabato scorso. Michele, durante il lavoro, si era fermato per prestare aiuto ad una ragazza, finendo poi con l'essere sfregiato in volto tramite un colpo inferto da parte di un 16 enne con un coltello. Il sindaco scaligero ha quindi aggiunto: «A nome della nostra comunità, ho consegnato la medaglia della città per il suo grande senso civico e altruismo, in difesa di una persona in difficoltà. Non ha esitato a mettere a repentaglio la propria incolumità per portare aiuto a una ragazza minacciata da due uomini. Michele, tutta Verona ti dice grazie». Dal canto suo, Michele Dal Forno ha spiegato che «non si sente un eroe», ma soprattutto che «se tornasse indietro lo rifarebbe».

Durante la cerimonia, il primo cittadino scaligero Federico Sboarina rivolgendosi a Michele ha aggiunto: «La tua scelta ha costretto ciascuno di noi a riflettere sulle proprie, interrogandoci su quanto coraggio ci sia nelle decisioni e nei comportamenti di ogni giorno. Un gesto quello di Michele, - ha proseguito il sindaco Sboarina - che non può prescindere da un’educazione ed una formazione che trovano le loro radici all’interno della famiglia. È qui che i bambini trovano gli esempi che li accompagneranno nella crescita e nel percorso per diventare uomini e persone mature, oneste e responsabili. È la famiglia la prima istituzione in cui si insegnano il rispetto e la difesa delle donne, l’altruismo, il non rimanere indifferenti di fronte alle ingiustizie. Chi ha usato tanta violenza nei tuoi confronti dovrà pagare, non ci sono sconti a tali atteggiament». Alla cerimonia in sala Arazzi erano presenti anche i genitori di Michele, mamma Nadia e papà Stefano, oltre alla sorella Giulia.

Sindaco Federico Sboarina e la famigla di Michele Dal Forno

Sindaco Federico Sboarina e la famigla di Michele Dal Forno

Nel frattempo anche il gruppo consiliare della Lega, in particolare nella figura di Andrea Bacciga che come presidente della Commissione Sicurezza ha incontrato Michele Dal Forno per sincerarsi delle sue condizioni di salute e per congratularsi per il suo coraggio, si è impegnata per sostenere lo studente rider. Questi, come già evidenziato, la sera del 17 aprile aveva appena consegnato una pizza in via Locchi ed era quindi intervenuto in aiuto di una ragazzina in difficoltà, finendo però con l'essere all'improvviso raggiunto da una coltellata in viso. Decine di punti di sutura, dalla narice fino quasi all’occhio, sono la prova del suo incondizionato altruismo. Il sedicenne che lo ha colpito è stato poi rintracciato e ora si trova nel carcere minorile di Treviso. 

«Il grave danno che lo ha sfigurato non può rimanere impunito dal punto di vista economico. – afferma il consigliere comunale della Lega Andrea Bacciga – I costi legali e per le cure sanitarie da sostenere sono importanti e non è un’ipotesi così remota che non si potrà arrivare a un risarcimento da parte del reo». Anche per questo motivo la Lega di Verona fa sapere di aver avviato una campagna di raccolta fondi. Il presidente della Commissione Politiche Giovanili, Andrea Velardi, ha messo a disposizione il conto corrente di "Supera", l’associazione a scopo solidale di cui lo stesso consigliere è presidente, per un mese, dal 23 aprile al 23 maggio: «Come cittadino e come politico sempre attento alle tematiche che riguardano le strategie per offrire opportunità e strumenti al mondo dei giovani è mio dovere dare una mano a Michele. Chi lo vuole aiutare potrà collegarsi al sito www.associazionesupera.it e con pochi passaggi procedere alla donazione oppure con bonifico bancario: IBAN 47B0313811700000013313267 - causale: Aiuto Lega per Michele Dal Forno».

Sempre su iniziativa del consigliere Bacciga, la Lega nei giorni scorsi aveva inoltre chiesto che fosse conferita la "Medaglia al Valore" a Michele per il suo gesto. L’appello, come visto, è stato positivamente accolto dal sindaco Federico Sboarina, che nella giornata di oggi alle 14.30 in Sala Arazzi a palazzo Barbieri ha consegnato, in una cerimonia pubblica, il riconoscimento al giovane studente. Nel frattempo alla nostra redazione è giunta anche un'ulteriore proposta di solidarietà nei confronti di Michele, questa volta da parte di una collaboratrice dell'azienda New Clinical Rent di Padova, con una sede anche a Verona e che non attende altro che di essere contattata: «Ci occupiamo di laser terapia presso centri medici. Operiamo anche in un centro a Verona e saremmo lieti di offrire gratuitamente a Michele le sedute necessarie per migliorare la sua cicatrice».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • social

    Non siete soli: lettera canzone dedicata agli studenti

  • social

    La Storia di Verona: da oggi in libreria e in edicola

  • Benessere

    Melograno: antiossidante e brucia grassi, ma non solo

  • social

    4 Maggio Star Wars Day

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento