rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca Santa Lucia e Golosine / Via Luigi Prina

Come un rider, in bici consegnava cocaina ai suoi clienti: arrestato lo "Zio"

I carabinieri stavano monitorando i suoi spostamenti da qualche tempo e lunedì lo hanno intercettato in via Prina, a Verona: inutile il suo tentativo di fuga e di liberarsi di alcune dosi di stupefacente che aveva con sè

Come un rider qualsiasi faceva consegne in città, ma al posto del cibo portava cocaina ai suoi clienti. Così nel pomeriggio di lunedì E.Q.M., 44enne marocchino, pregiudicato, disoccupato e residente in città, è stato arrestato dai carabinieri della compagnia di Verona con l'accusa di detenzione di sostanze stupefacenti al fine di spaccio.

Il tutto ha avuto luogo intorno alle 12.20 del 18 gennaio in via Prina, a Verona. Da alcuni giorni infatti lo "Zio", soprannome con cui è conosciuto il 44enne, era finito sotto la lente d'ingrandimento della Sezione Radiomobile, che lunedì lo ha intercettato nel quartiere Golosine mentre si trovava in sella alla sua bicicletta, impegnato in alcune "consegne". Quando si è accorto dell'equipaggio di militari che lo stava osservando, lo straniero avrebbe bruscamente invertito il senso di marcia tentando la fuga, che però è durata poco. Una volta bloccato, le forze dell'ordine avrebbero recuperto cinque dosi di cocaina di cui lo "Zio" avrebbe cercato di liberarsi credendo di non essere visto. 
La perquisizione personale scattata successivamente, avrebbe permesso anche di sequestrare 110 euro in contanti suddivisi in banconote di piccolo taglio, ritenuti il frutto dell'attività di spaccio. Le verifiche si sono spostate poi al suo domicilio, dove con la collaborazione dell'unità cinofila della Polizia locale, sarebbe stato trovato il materiale utile al confezionamento dello stupefacente e altri 3 grammi di hashish.

Arrestato, il 44enne è stato condotto poi al suo domicilio in attesa del rito direttissimo. Convalidato il provvedimento, il giudice ha disposto nei suoi confronti gli obblighi di: rimanere a casa tra le ore 19 e le ore 7, non uscire da Verona e quello giornaliero di presentazione alla polizia giudiziaria.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Come un rider, in bici consegnava cocaina ai suoi clienti: arrestato lo "Zio"

VeronaSera è in caricamento