menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Richiedente asilo semina il panico in stazione: "È ora di aprire gli occhi"

Lorenzo Fontana, europarlamentare della Lega Nord, commenta l'episodio del 26enne che sabato pomeriggio ha terrorizzato i passeggeri in attesa allo scalo ferroviario scaligero: "Verona è stanca di dover sopportare un carico così pesante di immigrazione clandestina"

A Verona il peso dell'immigrazione clandestina si fa sentire ancora una volta. Dopo i due sedicenti profughi scoperti a spacciare droga ai minori e la protesta non autorizzata degli immigrati ospitati a Costagrande che ha paralizzato la città in pieno orario lavorativo, sabato pomeriggio un richiedente asilo nigeriano ha seminato terrore alla stazione di Porta Nuova.
Verona è stanca di dover sopportare un carico così pesante di immigrazione clandestina che rischia sempre più di sfociare in disordine, disagio e anche pericolo sociale. È ora di aprire gli occhi prima che accada l'irreparabile.

Queste le parole dell'europarlamentare della Lega Nord, Lorenzo Fontana, dopo l'episodio che si è verificato sabato pomeriggio presso lo scalo ferroviario veronese, con protagonista un 26enne originario della Nigeria. Il richiedente asilo ha seminato il panico tra i passeggeri in attesa al binario 4, brandendo un collo di bottiglia rotta e scagliandosi anche contro il personale Polfer intervenuto per fermarlo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Casa

    Ristrutturare casa: come riconoscere un muro portante

  • social

    Boom del social fitness: come tenersi in forma da casa

  • social

    Concorso Volotea: VOTATE “VERONA FOR ALL”

Torna su

Canali

VeronaSera è in caricamento