Ricercato per rapina e aggressione, trovato sul treno in arrivo a Verona da Monaco

Sul 26enne pendeva l'ordinanza cautelare emessa dal tribunale di Messina, per i fatti risalenti allo scorso ottobre: il giovane è stato poi trasportato nel carcere di Bolzano

Polizia ferroviaria al lavoro

È stato rintracciato a bordo di un treno proveniente da Monaco e diretto a Verona dai poliziotti del Commissariato di Pubblica Sicurezza del Brennero.
Il 26enne, destinatario di ordinanza di misura cautelare in carcere emessa dal tribunale di Messina lo scorso maggio, è stato bloccato e trasferito nel carcere di Bolzano.

I fatti per i quali è stata emessa la misura risalgono allo scorso ottobre, quando il ventiseienne avrebbe brutalmente aggredito un secondo individuo a Messina colpendolo ripetutamente al capo allo scopo di rapinarlo. Avrebbe quindi continuato ad infierire sulla vittima inerme a terra al fine di strappargli il borsello, il quale non conteneva valori e che è stato recuperato poco distante.
Le immediate indagini intraprese dai poliziotti delle Volanti della Questura di Messina, coordinati dall’autorità giudiziaria, hanno permesso di ricostruire la vicenda e di individuare il responsabile dell’aggressione.
Determinanti le immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza presenti nell’area dell’episodio criminale che raccontano quanto accaduto e i precedenti spostamenti del reo, peraltro già noto alle forze di polizia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragico incidente sul lavoro: operaio 38enne precipita a terra e muore

  • In sella alla moto sbatte contro un'auto a Pizzoletta e perde la vita

  • Covid-19, in Veneto 107 decessi in 24 ore. 27 tra Verona e provincia

  • Nuovi chiarimenti della Regione sull'ordinanza di Zaia: sì a camminate gruppi nordic walking

  • Un hotel extra lusso nel cuore di Verona al posto degli ex uffici Unicredit

  • Il Veneto resta zona gialla, ora è ufficiale. Presidente Zaia: «Non abbassiamo la guardia»

Torna su
VeronaSera è in caricamento