Ricercato dal 2014, viene trovato in stazione e portato in carcere a Montorio

La Polfer di Peschiera del Garda lo ha notato mentre cercava di restare lontano dagli agenti e dal capo stazione, così, insospettita, ha deciso di fermarlo per un controllo, portando alla luce l'ordine di carcerazione che pendeva su di lui

I controlli messi in atto dalla Poizia Ferroviaria nelle stazioni, comprese quelle minori, proseguono senza sosta portando spesso alla cattura di malviventi. Ed è proprio in questo ambito che la Polfer di Peschiera del Garda, intorno alle 21 di domenica ha messo le manette ai polsi di S.S., liberiano di 37 anni, destinatario di un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Milano. 
Nel corso del consueto servizio di pattugliamento e vigilanza all'interno dello scalo ferroviario, gli agenti sono andati a controllare la situazione del primo binario, dov'era in arrivo il treno proveniente da Milano e diretto a Verona: lì la loro attenzione è stata attirata da un uomo che cercava di tenersi a debita distanza sia dal capo treno che dai poliziotti, scendendo repentinamente e cercando di allontanarsi.
Gli agenti così lo hanno fermato e controllato le sue generalità, confermando i sospetti che avevano su di lui: è risultato infatti che il liberiano, in Italia senza fissa dimora, oltre a numerosi precedenti per spaccio di stupefacenti, violenza e false attestazioni sulla propria identità, risultava ricercato dal 2014, dovendo ancora scontare una pena di 3 mesi e 30 giorni di reclusione. 
Il 37enne quindi è stato arrestato e portato nel carcere di Montorio, mentre il Pm Ardito è stato avvisato dell'avvenuta esecuzione del provvedimento. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rischio Covid: regioni gialle, arancioni o rosse? In arrivo cambiamenti

  • Covid, ecco il "tampone multiplex": a Negrar un unico test per riconoscere tre diversi virus

  • La zona "gialla plus" di Zaia peggio di quella arancione? Commercianti aperti, senza clienti

  • Terapia anti-Covid scoperta dall'università di Verona, l'Fda la autorizza

  • Coronavirus: in Veneto 18 morti da ieri sera, Verona provincia con più casi attuali e decessi

  • Coronavirus, a Verona tornano a salire i ricoveri in terapia intensiva

Torna su
VeronaSera è in caricamento