In 4 a bere al parco le bottiglie rubate: 2 erano ricercati per altri reati

A segnalarli ai carabinieri nella tarda serata di martedì è stato un cittadino, così i militari si sono diretti sul posto per eseguire un controllo: uno di questi ha cercato subito la fuga, ma è stato bloccato

I carabinieri di San Bonifacio

Insospettito dalla loro presenza, un cittadino nella tarda serata di martedì ha segnalato al 112 un gruppo di extracomunitari che si aggirava nel parco comunale di via Sorte a San Bonifacio. Sul posto si è dunque diretta per un controllo una pattuglia del nucleo radiomobile del comando locale, supportata dal personale della stazione, che ha appurato la presenza di 4 individui intenti a bivaccare e bere alcolici

Alla vista delle divise però, uno di questi si sarebbe dato repentinamente alla fuga in direzione di un vicino complesso condominiale: raggiunta l’area interna, avrebbe scavalcato alcune recinzioni perimetrali dirigendosi poi verso via Petrarca. Le forze dell'ordine si sono allora lanciate nell'inseguimento a piedi dell'uomo, che una volta raggiunto avrebbe cercato di opporre resistenza per sottrarsi al controllo, venendo infine bloccato e tratto in arresto. 

Si trattava di E.M., plupregiudicato classe 1991, irregolare sul territorio nazionale, che è stato anche sottoposto a “fermo per indiziato di delitto” per il reato di rapina e lesioni. L'uomo infatti sarebbe stato riconosciuto come l’autore di una violenta rapina consumata nella notte del 10 ottobre in via Prova, a San Bonifacio, ai danni di alcuni suoi connazionali: nell'occasione E.M., con il favore delle tenebre, avrebbe colpito due uomini con un coccio di bottiglia rotto, ferendoli in più parti del corpo, per appropriarsi di soldi e cellulare ed infine fuggire. 

Un altro dei 4 individui segnalati nel parco, M.Y., classe 1974, anche lui di nazionalità marocchina, pregiudicato e irregolare sul territorio nazionale, è stato tratto in arresto in quanto gravato da un ordine di custodia cautelare emesso dal tribunale di Genova, perché ritenuto responsabile di una serie di reati contro il patrimonio e per spaccio di sostanze stupefacenti.

I successivi accertamenti svolti notte dai carabinieri di San Bonifacio hanno permesso infine di appurare come i 4, trovati tutti a bere alcolici, avessero rubato quelle bottiglie poco prima da un vicino esercizio commerciale: pertanto sono stati tutti deferiti in stato di libertà anche per furto aggravato in concorso e perché irregolari sul territorio nazionale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Secondo il presidente dell'Ordine dei medici di Venezia il Veneto va «verso la zona rossa»

  • Speranza presenta il nuovo Dpcm: «Alle 18 nei bar stop asporto, musei aperti in zona gialla»

  • Firmato il Dpcm: rivoluzione spostamenti, bar ed enoteche stop asporto dalle 18. Le novità

  • Drammatico incidente tra furgone e camion in A22: morto un 31enne di Lazise

  • La "nuova" zona arancione: cosa cambia per il Veneto con l'ultimo Dpcm, tutte le regole 

  • Variante inglese, Crisanti: «Se c'è, allora strade d'accesso al Veneto bloccate e lockdown»

Torna su
VeronaSera è in caricamento